Campania, si sblocca il concorso: nominata la commissione esaminatrice

Campania, si sblocca il concorso: nominata la commissione esaminatrice

Roma, 17 febbraio – Con una nota ufficiale, la Regione Campania (fin qui fanalino di coda nell’espletamento delle procedure) ha comunicato di aver finalmente sbloccato il concorso pubblico straordinario per titoli, per l’assegnazione delle sedi farmaceutiche disponibili per l’esercizio privato sul territorio della Regione, designando i membri mancanti della commissione.

Si tratta di Giuseppe Cirino, docente di Farmacologia e Farmacoterapia dell’Università di Napoli Federico II (che presiederà la commissione), Nicola D’Alterio, dirigente dell’Uod Politica del Farmaco della Regione Campania e Ugo Trama, farmacista dirigente presso l’Asl Napoli 1.

A completare la commissione saranno due farmacisti, di cui uno titolare di farmacia e uno esercente in farmacia aperta al pubblico, designati dall’Ordine provinciale dei farmacisti.

La nuova commissione viene insediata dopo che Vincenzo De Luca, subentrato a Stefano Caldoro alla presidenza della Giunta regionale dopo le elezioni di fine maggio 2015, aveva proceduto (nel luglio successivo) a revocare le nomine già effettuate dal suo predecessore. Una decisione assunta, spiegò allora il neo-governatore, per due ordini di motivi: il primo era l’incompatibilità, subito comunicata dallo stesso interessato, di uno dei componenti nominati, per effetto della quale la commissione esaminatrice non poté subito insediarsi.

Il secondo è che le designazioni di Caldoro erano giunte “fuori tempo massimo”, ovvero nel periodo dei quarantacinque giorni antecedenti la data stabilita per l’elezione degli Organi regionali, quando essi  dispongono di poteri attenuati, “confacenti – come precisa una sentenza della Corte costituzionale – alla loro situazione di organi in scadenza, analoga, quanto a intensità di poteri, a quella degli organi legislativi in prorogatio”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn