Farmacia Futura: “Elezioni, su Facebook falsi profili per colpire il nostro candidato”

Farmacia Futura: “Elezioni, su Facebook falsi profili per colpire il nostro candidato”

Roma, 16 maggio – Un conto è che, quando il gioco si fa duro, i duri comincino a giocare. Tutt’altra faccenda. però, è preferire al gioco duro il gioco sporco. E in questa fattispecie sembra rientrare un’iniziativa denunciata Farmacia Futura, il gruppo di dirigenti sindacali che concorre alla leadership di Federfarma alle prossimi elezioni per il rinnovo dei vertici del sindacato, presentando una lista alternativa a quella della presidente uscente Annarosa Racca.
Un’iniziativa dai contenuti diffamatori, almeno a giudicare dai termini della denuncia di Farmacia Futura, che ha Marco Cossolo (nella foto), presidente di Farmacia Torino e front man del cartello elettorale alternativo, come bersaglio principale di attacchi “volti a denigrare la sua immagine in vista delle prossime elezioni di Federfarma”.

Strumento e veicolo degli attacchi diffamatori sarebbero falsi profili attivati da alcune settimane sulla piattaforma social Facebook. Uno di questi profili, in particolare – si legge nella nota di denuncia di Farmacia Futura –  apparentemente gestito da una sedicente farmacista, invero mai iscritta all’ordine, che pubblica notizie non veritiere sul conto del nostro candidato, tese a screditarlo e a influenzare la campagna elettorale. La falsità del profilo emerge chiaramente dal fatto che non esiste alcuna farmacista con le generalità indicate, ma, ancor di più, dal fatto che l’immagine che raffigura la presunta dottoressa titolare del profilo è, invero, scaricata dal sito internet Dreamstime (nota “image bank” che fornisce foto e immagini stock di qualità, anche gratuitamente, NdRsi riferisce a una modella che appare in diverse campagne pubblicitarie”.

Il profilo in questione, attivo da pochi giorni, avrebbe già raccolto 2500 contatti.

Un dato che Farmacia Futura definisce “alquanto anomalo” , rilevando che tra i contatti, oltre a veri farmacisti “che hanno in buona fede accettato l’amicizia”, ci sono anche  “diverse persone con nomi che sembrano essere di fantasia. Il fatto, poi, che gli autori del falso profilo scrivano unicamente post volti a incensare l’attuale dirigenza e a denigrare Farmacia Futura, dimostra il chiaro intento di manipolare l’opinione pubblica di categoria sotto elezioni”.
Gioco sporco, insomma. Che Farmacia Futura non sembra però davvero disposta ad accettare supinamente. Da qui la decisione di denunciare il fatto all’autorità giudiziaria, “al fine di scoprirne gli autori ed evitare che questi creino nocumento alla libera formazione del consenso elettorale, con grave pregiudizio per la nostra categoria, che certamente merita, se non altro, trasparenza e onestà intellettuale”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi