Ipertensione, anche l’Italia celebra  la Giornata contro il “killer silenzioso”

Ipertensione, anche l’Italia celebra la Giornata contro il “killer silenzioso”

Roma, 17 maggio – La Società italiana dell’Ipertensione arteriosa (Siia), in occasione della XIII Giornata mondiale contro l’ipertensione promossa in tutto il mondo dalla World Hypertension League e in programma oggi, 17 maggio, lancia anche in Italia la campagna “Impara a conoscere la tua pressione arteriosa”, con l’obiettivo di sempre: diffondere un messaggio sociale sull’importanza di conoscere e tenere sotto controllo i propri valori di pressione arteriosa, aumentando la coscienza individuale circa gli accorgimenti per prevenire l’ipertensione e sugli strumenti per arginarla, impedendo che continui a mietere vittime e a guadagnarsi la sinistra definizione di “killer silenzioso”.

Alla Giornata mondiale contro l’ipertensione arteriosa (oltre a Croce Rossa italiana e alcune società medico-scientifiche, tra le quali la Simg) aderiscono anche Fofi, Federfarma, Assofarm e Utifar.
L’ipertensione arteriosa è la principale causa di malattie cardiovascolari come infarto
del miocardio, ictus cerebrale e scompenso cardiaco, che in Italia provocano 240 mila morti ogni anno, pari al 40% di tutte le cause di morte. Ma la sua pericolosità non si ferma qui:  predispone infatti anche allo sviluppo di malattie renali, di demenza e di nuovi casi di diabete. In Italia ne soffre il 30% della popolazione, ovvero 15-16 milioni di persone, ma nonostante la disponibilità di terapie efficaci per la grande maggioranza dei casi, solo un paziente iperteso su tre è adeguatamente curato.
In occasione della Giornata mondiale, la Siia, in collaborazione con la Società europea di Ipertensione arteriosa, ha sviluppato una nuova app per tablet e smartphone. “Un vero e proprio strumento di collegamento tra medici e pazienti, favorendo il lavoro del medico tramite un aggiornamento automatico sui valori di pressione misurati a domicilio dal paziente, e offrendo un supporto ai pazienti sia culturale – attraverso una serie di informazioni tratte dalle linee guida europee – sia pratico” spiega la società scientifica “consentendo loro di monitorare sul telefono la propria pressione arteriosa, e programmando sul telefono i richiami sonori per non dimenticarsi di assumere i farmaci prescritti”.
Nelle piazze delle più importanti città d’Italia, in oltre 100 centri e ambulatori accreditati Siia, si potrà misurare la pressione senza impegnativa del medico curante, valutare il proprio profilo di rischio cardiovascolare e ottenere indicazioni sui corretti stili di vita da adottare. Tanti gli appuntamenti da Nord a Sud: l’elenco completo con date, luoghi e orari è riportato sul sito www.siia.it.

Print Friendly
Condividi