Milano, serata Ucfi di raccolta firme per l’obiezione di coscienza

Milano, serata Ucfi di raccolta firme per l’obiezione di coscienza

Roma, 14 novembre – I farmacisti cattolici dell’Ucfi,  in collaborazione con la Fondazione Muralti, hanno organizzato una serata per presentare le ragioni dell’iniziativa, varata la scorsa estate, finalizzata a raccogliere firme a favore di una legge che consenta l’obiezione di coscienza del farmacista. L’incontro  si terrà oggi a Milano, alle ore 21, nella sede dell’Ordine dei farmacisti, in viale Piceno 18.

L’iniziativa, come appena ricordato, riprende e rilancia la sottoscrizione promossa nello scorso mese di luglio con un appello ospitato sul sito Ucfi, finalizzato appunto a raccogliere quante più firme possibile per dare forza alla battaglia del riconoscimento giuridico dell’obiezione di coscienza come un diritto legittimo anche per i farmacisti, “come è avvenuto e avviene per le altre categorie professionali“ (cfr. RIFday del 17 luglio scorso)

Nella serata di oggi , che sarà introdotta da Maria Teresa Riccaboni, il ginecologo Nicola Natale illustrerà le basi scientifiche del meccanismo antinidatorio delle pillole contraccettive di emergenza, mentre l’avvocato Vittorio Tusa spiegherà le ragioni della necessità di una legge che consenta l’esercizio dell’obiezione di coscienza del farmacista sia titolare che dipendente. I Chi fosse interessato a partecipare è pregato di comunicare la presenza al numero 02/74811262 o via e-mail all’indirizzo  segreteria@fondazionemuralti.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi