FarBanca, la Popolare di Vicenza cede il suo 70% a società cinese

FarBanca, la Popolare di Vicenza cede il suo 70% a società cinese

Roma, 22 dicembre – FarBanca, la banca detenuta 70% dalla Banca popolare di Vicenza (Bpv) e al 30% dai farmacisti italiani sarà di China Cefc, fondo cinese che dopo quattro mesi di trattative ha trovato l’accordo con i commissari liquidatori Giustino Di Cecco, Claudio Ferrario e Fabrizio Viola .

Ne dà notizia la testata specializzata MilanoFinanza, rilanciando una nota degli stessi commissari liquidatori, dove si rende noto che è stato sottoscritto con New Seres Apennines  – società controllata appunto da China Cefc – il contratto di cessione in forza del quale New Seres Apennines ha acquistato l’intera partecipazione detenuta da Bpv, pari per l’esattezza al 70,77% del capitale sociale di Farbanca.

Il corrispettivo per la cessione  sarà integralmente corrisposto da New Seres Apennines al momento in cui il contratto diverrà efficace al verificarsi delle richiamate condizioni sospensive dell’efficacia, mentre il trasferimento delle azioni sarà attuato al momento del pagamento del prezzo.

La China Cefc, controllante della New Seres Apennines, è un gruppo privato cinese che opera tradizionalmente nel settore energetico ma che, negli ultimi anni, ha esteso la sua operatività  anche al settore finanziario, investendo in attivitàbancarie, di asset management e di altri servizi finanziari, anche in Europa.

Nell’ambito dell’operazione Bpv è stata assistita dagli advisor Mediobanca  per gli aspetti finanziari e da Gianni Origoni & Partners per gli aspetti legali.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi