L’attività dei Nas nel 2017, rilevate  10mila irregolarità su 20mila controlli

L’attività dei Nas nel 2017, rilevate 10mila irregolarità su 20mila controlli

Roma, 29 dicembre – Nel 2017 i Nas dei Carabinieri hanno condotto quasi 20mila verifiche, rilevando oltre 10mila irregolarità, con il sequestro o la sospensione di 169 strutture, quali ambulatori medici e dentistici, strutture ricettive per anziani, laboratori di analisi e aziende commerciali di prodotti ad uso sanitario e medicale, per un valore complessivo di oltre 121 milioni di euro.

Questo il bilancio di fine anno contenuto in un comunicato del Nucleo dei Carabinieri per la salute, rilanciato tra gli altri dall’Ansa-. “In tale contesto – si legge – 133 sono state le persone tratte in arresto per reati contro la pubblica amministrazione quali corruzione, peculato, truffa al servizio sanitario, maltrattamenti ed altri illeciti penali gravi. Ulteriori 3.150 persone sono state denunciate alle competenti autorità giudiziarie e 1.862 segnalate alle autorità amministrative”.
Le irregolarità rilevate nel corso delle verifiche sono state 10.090, il 70% delle quali di rilevanza penale, con irrogazione di complessivi 3 milioni e 60 mila euro di sanzioni pecuniarie.

Nel complesso, le attività hanno portato al sequestro o alla sospensione dell’attività di 169 strutture, quali ambulatori medici e dentistici, strutture ricettive per anziani, laboratori di analisi e aziende commerciali di prodotti ad uso sanitario e medicale, per un valore complessivo di oltre 121 milioni di euro.
Contestualmente sono stati individuati anche canali distributivi illeciti di sostanze farmaceutiche vietate o prive di autorizzazione al commercio, operando il sequestro di 106 mila confezioni di medicinali e oltre 98 mila compresse, capsule e fiale di farmaci sfusi illegali e contraffatti, anche ad azione stupefacente, anabolizzante e dopante.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi