Psicologia in farmacia, lunedì 15 convegno alla Biblioteca del Senato

Psicologia in farmacia, lunedì 15 convegno alla Biblioteca del Senato

Roma, 12 gennaio – Saranno la ministra della Salute Beatrice Lorenzin e il presidente della Commissione Affari sociali della Camera Deputati Mario Marazziti (salvo imprevisti dell’ultima ora) ad aprire, lunedì prossimo 15 gennaio alle ore 9,  nella Sala Capitolare della Biblioteca del Senato, il convegno Psicologia in farmacia, un nuovo modello di aiuto, promosso dal Consiglio nazionale dell’Ordine degli Psicologi (Cnop) e patrocinato dalla Fofi.

Chiaro il “razionale” dell’iniziativa, che si propone l’obiettivo di concorrere a definire le procedure per le attività dello psicologo in un ambiente nuovo, ma ben sedimentato nella memoria storica del Paese, qual è la farmacia. La facilità di accesso a questo presidio da parte degli utenti, che lo percepiscono come centro di salute rassicurante e protetto, sono infatti caratteristiche che consentono allo psicologo di intercettare un bisogno  di aiuto psicologico altrimenti inespresso e di creare reti con i servizi territoriali a disposizione del cittadino, svolgendo così una fondamentale funzione di indirizzo e aiuto per la successiva fruizione dei servizi di sanità pubblica, alleggerendo i costi.

I lavori del convegno, dopo i già ricordati saluti dei rappresentanti delle istituzioni (ai quali si aggiungeranno quelli dei presidenti di Federfarma, Fofi, Ordine dei Farmacisti di Roma e Cnop,  Marco Cossolo, Andrea Mandelli, Emilio Croce e Fulvio Giardina), si avvarranno di molti contributi: Angelo Stefanori, commissario di Farmacap, illustrerà la “case history” delle farmacie capitoline, dove il servizio di psicologia è già stato sperimentato, mentre  Paola Esposito, consulente del Cnop e “pioniera” della psicologia in farmacia, racconterà le sue esperienze sul campo.

Altre testimonianze di iniziative già realizzate arriveranno da  Alessio Poli, amministratore delle Farmaci comunali di Pistoia, dove già opera la figura dello psicologo, rendendo un servizio sociale che (come recita  lo stesso titolo della comunicazione  di Poli) va oltre l’aspetto economico. A suggello della particolare attenzione che soprattutto le farmacie pubbliche pongono nei confronti dei servizi psicologici sarà Venanzio Gizzi (nella foto) presidente di Assofarm e della Uefs, l’Unione europea delle Farmacie sociali, che inquadrerà il   tema all’interno del ruolo e delle funzioni che la farmacia dovrà necessariamente assumere in futuro nello scacchiere del sistema sanitario pubblico.

Accursio Gennaro, docente della Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università  Sapienza di Roma, sposterà il focus sui contenuti del servizio di psicologia in farmacia, dalle potenzialità dei micro contesti alle risorse delle persone, mentre Fiorella Palombo, presidente dell’Anpif, l’Associazione nazionale psicologi in farmacia, chiuderà il cerchio con una riflessione sul contributo che i servizi di psicologia possono assicurare nel percorso dalla farmacia dei servizi alla farmacia sociale.

A moderare il lavori sarà il vicepresidente dell’Ordine dei Farmacisti di Roma Giuseppe Guaglianone.

Per partecipare al convegno, bisogna inviare entro oggi la la richiesta di iscrizione con il proprio nome e cognome a: psicologiainfarmacia@psy.it. L’accesso alla sala prevede un  abbigliamento consono e, per gli uomini, l’obbligo di giacca e cravatta.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi