Best place to work, tra le aziende  del pharma Pfizer al primo posto

Best place to work, tra le aziende del pharma Pfizer al primo posto

Roma, 7 marzo – Sesto posto assoluto tra le migliori aziende dove lavorare in Italia e primo tra le pharma company. Pfizer, alla sua prima partecipazione,  si colloca come meglio non avrebbe potuto nella classifica 2018 dei Best Place To Work in Italia, stilata dal Great Place to Work Institute e volta a certificare i migliori ambienti di lavoro nel nostro Paese.

Un risultato che, ovviamente, inorgoglisce la divisione italiana della  multinazionale americana, che sul nostro territorio nazionale conta su una popolazione di oltre 3000 persone, dislocati principalmente nei siti produttivi di Ascoli, Aprilia e Catania e negli uffici di Roma e Milano. Quasi la metà dei dipendenti è femminile e – a dimostrare che la parità di genere in Pfizer non è solo uno slogan – le donne occupano per oltre il 40% posizioni dirigenziali, supportate da una cultura di grande attenzione al work life balance e ai temi della diversità e dell’inclusione.

“Abbiamo deciso di partecipare per la prima volta ai Best Place To Work italiani perché il nostro impegno quotidiano per migliorare la salute delle persone non può prescindere da una forte attenzione all’interno, verso i colleghi che lavorano per un mondo più sano” ha affermato Massimo Visentin, presidente e AD di Pfizer in Italia, commentando il più che lusinghiero riconoscimento di Best Place to Work alla sua azienda.

Pfizer mette a disposizione dei dipendenti un ventaglio di servizi che consentano di coniugare al meglio lavoro e vita privata, sulla base del principio che aiutare le persone ad aver un buon equilibrio migliora l’impegno in azienda e di conseguenza i risultati.

I dipendenti  possono infatti avvalersi di alcuni strumenti di flessibilità come il lavoro agile, il telelavoro, l’orario flessibile e il venerdì corto. A questi si aggiungono i vantaggi offerti dal supporto economico per gli asili-nido e dalle iniziative per la salute e la prevenzione (assicurazione medica, check up gratuiti, palestra, menù bilanciato, campagne di vaccinazione).

Pfizer offre oggi una gamma di prodotti ampia e diversificata: dai farmaci storici in area cardiovascolare, anti-infettiva, urologica, oncologica e del dolore e dell’infiammazione, alle nuove molecole nell’ambito dei vaccini e dei biologici, fino ai prodotti farmaceutici di largo consumo.

Con oltre 7,5 miliardi di dollari investiti in ricerca e sviluppo nel 2017 e circa 87 molecole allo studio, Pfizer è tra le aziende farmaceutiche che investono di più in questo settore, concentrandosi in particolare nelle aree dell’oncologia, delle malattie rare, di quelle infiammatorie, immunologiche e cardio-metaboliche e nel settore dei bioterapeutici e dei vaccini.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi