Tessere di partito false, condanna per D’Ambrosio Lettieri

Tessere di partito false, condanna per D’Ambrosio Lettieri

Roma, 16 aprile –  Un lancio dell’Ansa, ripreso sabato scorso da diversi giornali quotidiani e on line, informa che il giudice monocratico del Tribunale di Bari Lucia De Palo ha condannato in primo grado cinque persone, fra le quali l’ex senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri e ne ha assolte sei nel processo su un presunto giro di tessere false per il congresso del Pdl celebrato a Bari nel febbraio del 2012.

Condannati a 17 mesi di reclusione e al pagamento di 550 euro di multa D’Ambrosio Lettieri, un suo collaboratore  e Dario Papa, all’epoca vicedirettore dell’ufficio postale di un centro commerciale nel quartiere Japigia. L’allora consigliere comunale di Valenzano Francesca Ferri è stata condannata a un anno di reclusione e un altro attivista, Michele Santorsola, a otto mesi.

A tutti gli imputati, condannati a vario titolo per violazione della legge sulla privacy e appropriazione indebita, è stata concessa la sospensione della pena, ma –  aggiunge l’Ansa – dovrannno risarcire 14 cittadini e la Lilt, costituiti parti civili. Sono in totale 154 le persone che sarebbe state iscritte al Pdl a loro insaputa.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi