Bolzano, partito ieri l’interpello per l’apertura di nove farmacie

Bolzano, partito ieri l’interpello per l’apertura di nove farmacie

Roma, 16 maggio  – Su proposta dell’assessora Martha Stocker (nella foto), la Giunta della Provincia autonoma di Bolzano ha dato ieri mattina il via libera alla seconda fase di interpello per l’apertura di nove farmacie, inserendo i candidati che si erano posizionati dal 21° al 29° posto della precedente graduatoria del 2015 formata da un totale di 63 persone.

Ne dà notizia una nota ufficiale della stessa Provincia, precisando che delle nove sedi, due riguardano Bolzano (si tratta delle sedi del quartiere Piani e di via Druso, che erano astate assegnate ma non sono state aperte), mentre le altre sono invece dislocate a San’Andrea (Bressanone), Campolasta (Sarentino), Cadipietra (Valle Aurina), Curon Venosta, Foiana (Lana), Naz-Sciaves e Funes. La procedura ripartirà come in precedenza con la scelta tramite la piattaforma ministeriale.

“Le farmacie sono un tassello fondamentale dell’assistenza sanitaria” ha sottolineato nell’occasione l’assessora Stocker “in quanto rappresentano le strutture più vicine ai cittadini e garantiscono una presenza capillare sul territorio. Sono convinta che, al termine di questa seconda fase, tutte le sedi verranno non solo assegnate, ma anche aperte”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi