La Fnpi in campo su ricetta elettronica veterinaria e sostenibilità cure dei pets

La Fnpi in campo su ricetta elettronica veterinaria e sostenibilità cure dei pets

Roma, 18 maggio – Accendere un riflettore sul tema della sostenibilità delle cure per gli animali da compagnia e sulla responsabilità sociale nell’adozione di cani e gatti.
Questo l’obiettivo di Se lo ami lo curi,  il convegno organizzato da Aisa, l’Associazione nazionale imprese salute animale, tenutosi il 16 maggio a Roma per approfondire le tematiche delle cure e del benessere animale, nonché il ruolo fondamentale che gli animali da compagnia hanno all’interno delle mura domestiche.

Alla manifestazione, che ha visto gli interventi, tra gli altri, di Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente, Silvio Borrello della Direzione generale della Sanità animale e dei Farmaci veterinari del ministero della Salute, Marco Melosi, presidente dell’Anmvi, l’Associazione nazionale medici veterinari italiani, Arianna Bolla, presidente dell’Aisa e Roberto Messina, presidente di Senior Anziani FederAnziani, ha aderito anche la Federazione nazionale delle parafarmacie italiane.

“Dall’iniziativa sono arrivati molti stimoli e molti interessanti progetti”  spiega in una nota alla stampa il presidente di Fnpi Matteo Branca (nella foto,tra cui la giornata dell’adozione, campagne di sensibilizzazione sui fenomeni di abbandono e maltrattamento, studio di sistemi di facilitazione dell’accesso alle cure veterinarie, l’incentivazione in particolare della convivenza pet-anziano, pet-bambino, per le notevoli ricadute positive su molti aspetti di rilevanza anche strettamente sanitaria e sociale, fino alla ricetta elettronica veterinaria, per la quale anche noi parafarmacie attendiamo la notifica delle modalità di accreditamento”.
Un tema, quello delle cure e del benessere degli animali da compagnia, che Fnpi continuerà a seguire da vicino, assicura Branca, con puntuali aggiornamenti dei colleghi e un contributo fattivo a sviluppare tutte le iniziative e i progetti utili a far crescere la sensibilità dei cittadini sull’argomento e a migliorare, anche in termini di sostenibilità, l’accesso alle cure veterinarie per gli animali domestici.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi