Melazzini sul pricing dei farmaci:  “Vanno rivisti tetti di spesa e PT”

Melazzini sul pricing dei farmaci: “Vanno rivisti tetti di spesa e PT”

Roma, 18 maggio – È in corso di svolgimento a Roma, dove si concluderà oggi, il Quarto Workshop sul pricing dei farmaci, organizzato da Market Access Provider con gli auspici di ministero della Salute, Aifa, Istituto superiore di sanità, Assobiotec e Università del Piemonte orientale.  L’obiettivo dell’iniziativa è quello di realizzare, anche attraverso un confronto con esperti internazionali,  un tavolo di lavoro multi-stakeholder per discutere le problematiche attuali e future relative al prezzo dei medicinali, concentrandosi sull’innovazione, i programmi di accesso anticipato, le procedure di valutazione dei prodotti medicinali di terapia avanzata (ATMPs) e l’impatto sul servizio nazionale delle malattie croniche e della loro gestione.

Ai lavori è intervenuto nella giornata di apertura il direttore generale dell’Aifa, Mario Melazzini, che ha inevitabilmente toccato il tema della sostenibilità delle nuove terapie. “Il futuro nasce dalla consapevolezza del presente” ha detto il DG Aifa, ribadendo l’impegno dell’agenzia regolatoria nazionale “nell’affrontare in modo strategico l’evoluzione in corso nella farmaceutica, per garantire risposte concrete ai bisogni dei pazienti, che devono ricevere la terapia più appropriata, anche in termini di miglior rapporto costo-beneficio”.

“Tenendo conto sia degli obblighi imposti dalla normativa vigente che della mission di Aifa, che è chiamata a garantire la tutela della salute attraverso i farmaci, l’unitarietà e omogenità del sistema e l’equilibrio economico della spesa farmaceutica” ha proseguito Melazzini “non possiamo non ritenere indispensabile l’individuazione di nuovi strumenti di pricing e nuovi modelli di governance farmaceutica, per poter assicurare la sostenibilità della spesa e l’accesso ai farmaci in tempi omogenei in tutte le Regioni italiane”.

“Se vogliamo mantenere in vita il nostro bellissimo Servizio sanitario nazionale” ha concluso il DG Aifa “dobbiamo rivedere i tetti di spesa e il prontuario farmaceutico e favorire il cambiamento anche dal punto di vista culturale, come ad esempio nel caso delle grandi opportunità offerte dalle scadenze brevettuali dei farmaci biologici in termini di risposta al bisogno di salute e alla necessità di governare la spesa”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi