Farmaci biosimilari in oncologia, domani convegno nazionale a Roma

Farmaci biosimilari in oncologia, domani convegno nazionale a Roma

 

Roma, 11 luglio I farmaci biologici in oncologia sono una fondamentale risorsa terapeutica, disponibile ormai da  molti anni, tanto che alcuni stanno per perdere la copertura brevettuale e stanno per essere affiancati da farmaci biosimilari, essenzialmente simili al farmaco originatore di riferimento in termini di qualità, efficacia e sicurezza.

Sul tema, una serie di società scientifiche (nell’ordine: Aiom, Associazione italiana di oncologia medica; Sif, Società italiana di farmacologia; Sifo, Società italiana di farmacia ospedaliera e dei servizi farmaceutici delle Asl e Cipomo, Collegio italiano dei primari oncologi medici ospedalieri) ha approntato e sottoscritto un position paper che cerca di rispondere ad alcune delle domande fondamentali e più attuali delle terapie oncologiche moderne: qual è il punto di vista dei clinici sui biosimilari? Possono garaatire risparmi al sistema sanitario? A chi spetta la decisione sul farmaco, biosimilare e originatore, da prescrivere?

Il position paper (con le sue risposte) verrà illustrato domani a Roma nel corso di un convegno nazionale che sarà ospitato al Ministero della Salute, auditorium Cosimo Piccinno, e che sarà aperto dai saluti della padrona di casa, la ministra Giulia Grillo, e del presidente dell’Aifa Stefano Vella.

Nel documento viene riportata anche la posizione dei pazienti oncologici che fanno riferimento a Fondazione Aiom: l’aggiunta di questa parte, spiegano i promotori dell’iniziativa, ha lo scopo di offrire l’opportunità di far valere il ruolo attivo e consapevole dei pazienti nella gestione della loro malattia. Le persone colpite da tumore, infatti, devono e vogliono essere coinvolte nel processo decisionale terapeutico, sia quando si debba decidere l’inizio di un nuovo trattamento antitumorale, sia quando si debba valutare il passaggio da un farmaco originatore a un biosimilare, anche se la decisione deve essere del medico.

Tra i relatori e i moderatori dei lavori, spiccano i nomi dei presidenti di Aiom e Sif, Stefania Gori e Giorgio Recagni, della responsabile scientifica di Sifo Barbara Rebesco e del componente del direttivo Cipomo Fausto Rolla.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi