Vento in poppa per gli integratori, nel 2017 vendite in aumento del 4%

Vento in poppa per gli integratori, nel 2017 vendite in aumento del 4%

Roma, 17 luglio – Vento in poppa per il settore degli integratori alimentari, che anche nel 2017 si confermano  un settore trainante nello scenario economico nazionale, caratterizzato da una costante crescita, che riguarda sia i canali distributivi della farmacia, parafarmacia e Gdo, sia i canali della vendita diretta.

La notizia arriva dai dati rilevati da New Line Ricerche di Mercato e resi noti da  Integratori Italia–Aiipa, la sigla di settore dell’Associazione italiana industrie prodotti alimentari, e da Avedisco, l’Associazione vendite dirette servizio consumatori.

Secondo i dati di New Line, dal 2017 al 2018 il mercato all’interno dei punti vendita ha registrato un aumento globale del 4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con un valore complessivo pari a 3 miliardi di euro. La farmacia continua a rappresentare oltre l’80% del valore dell’intero comparto in termini assoluti, ma il canale in cui si è riscontrato il tasso di crescita più alto è quello della Gdo, legato ai corner dei super e ipermercati, con un +8,1% e un aumento del fatturato da 237 milioni di euro nel 2017 a 256 milioni di euro nel 2018.

Probiotici e Sali minerali sono le due categorie di integratori più richieste in farmacia e parafarmacia: nello specifico, i probiotici rappresentano il 13% del totale in farmacia.

Nella Gdo, invece, i più acquistati sono i sali minerali, che hanno registrato una crescita del 20,3% rispetto all’anno precedente e da soli costituiscono il 12,5% del totale integratori.

In buona salute anche i dati delle vendite dirette. Secondo Avedisco, il volume d’affari delle aziende associate è cresciuto nel 2017 del 16,8% rispetto al 2016, raggiungendo un faturato pari a oltre 425 milioni di euro, Nella vendita direttam la categoria di integratori più richiesta sono i multivitaminici, seguiti dagli Omega 3.  È

Print Friendly, PDF & Email
Condividi