Mnlf sulle linee programmatiche  di Grillo: “Le premesse sono buone”

Mnlf sulle linee programmatiche di Grillo: “Le premesse sono buone”

Roma, 26 luglio “Le linee programmatiche tracciate sono quelle necessarie per invertire un percorso che negli ultimi anni ha portato il Sistema sanitario nazionale a un lento ma inesorabile declino”.

Questo il giudizio positivo espresso da Mnlf e Culpi, il Movimento nazionale dei liberi farmacisti e la Confederazione delle libere parafarmacie, sui contenuti del programma che la ministra della Salute Giulia Grillo intende realizzare nel corso del suo mandato, illustrati ieri alle Commissioni sanità di Senato e Camera.

Definendo di per se già non banale la volontà di riprendere le premesse, in termini di valori, principi e obiettivi, che, 40 anni fa portarono all’istituzione del servizio sanitario pubblico, le due sigle esprimo apprezzamento, in particolare, per “ la volontà di rimettere al centro del sistema il cittadino e in particolare quelli che sono in povertà assoluta”.

“Tra questi segnaliamo anche quelli che debbono non per loro volontà rinunciare alle cure per difficoltà economiche” si legge nel comunicato Mnlf. “Piace anche la volontà di mettere un punto sull’interferenza della politica rispetto alle scelte dirigenziali del sistema sanitario nazionale, una scelta che i cittadini aspettano da troppo tempo”.

I 12 mila farmacisti aderenti al Mnlf  e i titolari di parafarmacia del Culpi si dichiarano quindi  “a disposizione con le loro capacità e le loro professionalità”, chiedendo alla titolare del dicastero “di non vanificare tale disponibilità” e di essere messi in condizione di essere utilizzati al meglio per “contribuire al miglioramento del Ssn”.

Al riguardo, esemplifica il comunicato Mnlf,  rispetto alla difficoltà delle Asl in materia di prenotazioni Cup “come primo contributo, i titolari di parafarmacie sono disponibili a mettere a disposizione le proprie strutture per prenotazioni di visite specialistiche ed esami. Contributo già offerto in passato ma non sempre raccolto dalle Asl anche per interferenze esterne”.

“Liberare energie e professionalità serve al Ssn ma serve anche alla crescita economica del Paese” conclude la nota Mnlf. “Abbiamo modo di pensare che la ministra Grillo abbia coscienza dell’importanza del raggiungimento di questo obbiettivo”.

Il programma della ministra ha incasso anche il commento positivo della Fnpi, la Federazione delle libere parafarmacie italiane: “Il cittadino è tornato al centro dell’azione di governo: maggiore accesso alle cure, maggiore capacità d’acquisto, più trasparenza, più investimenti, più scelta, più meritocrazia, più risparmi, più servizi, meno sprechi, meno disparità, più diritti” scrive il presidente di Fnpi Matteo Branca. “Indirizzi in cui i farmacisti delle parafarmacie italiane si riconoscono pienamente e a cui daranno il loro contributo”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi