Operazioni Nas a Roma, Milano e Firenze, colpite tre farmacie

Operazioni Nas a Roma, Milano e Firenze, colpite tre farmacie

Roma, 14 settembre – Il Nas di Roma, al termine di alcuni accertamenti svolti in una farmacia dei Castelli romani, ha deferito alla Procura della Repubblica di Velletri il titolare e il direttore tecnico dell’attività. Entrambi sono accusati di aver avviato, in concorso tra di loro, un commercio all’ingrosso di medicinali in assenza di autorizzazione regionale.

A darne notizia è una nota degli stessi Nas pubblicata sul sito del ministero della Salute, nella quale si dà anche conto di altre due vicende che riguardano farmacie aperte al pubblico. La prima è quella della illecita pubblicizzazione su un sito internet, da parte di una farmacia lombarda, della vendita di alcuni prodotti fitosanitari che erano stati ritirati dal mercato. A seguito di una serie di accertamenti eseguiti in coordinazione con il Reparto Operativo – Sezione Analisi del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, i Nas di Milano hanno segnalato il farmacista all’autorità amministrativa, disponendo anche l’immediata eliminazione dal catalogo on-line dei prodotti e sanzionando il farmacista per un importo complessivo di  60.000 euro.

L’ultima vicenda, analoga, ha per protagonisti i Nas di Firenze, che hanno segnalato all’autorità amministrativa il legale responsabile di una farmacia che aveva pubblicizzato sul web la vendita di alcuni medicinali senza obbligo di ricetta, la cui commercializzazione era però autorizzata solo su un determinato indirizzo internet o presso la propria attività commerciale. Per la violazione accertata, i carabinieri hanno contestato sanzioni amministrative per un valore complessivo superiore ai 5.000 euro.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi