Accordo con Alibaba: sbarcano in Cina alcuni marchi beauty della WBA

Accordo con Alibaba: sbarcano in Cina alcuni marchi beauty della WBA

Roma, 25 settembre – I marchi di Walgreens Boots Alliance, gigante mondiale della distribuzione farmaceutica, entrano nel mercato di consumo cinese, entrando da uno dei portoni principali di Alibaba Group (l’Amazon del gigante asiatico, nelle semplificazioni giornalistiche), ovvero Tmail Global, la piattaforma per marchi e rivenditori internazionali.

Proprio su Tmall Global WBA aprirà le vetrine del suo flagstore, presentando e proponendo a più di mezzo miliardo di consumatori cinesi alcuni dei  più iconici marchi  beauty della Boots (inizialmente No7, Soap & Glory e Boots Cucumber), molto popolari nel Regno Unito e negli USA e ritenuti evidentemente i più adatti per rispondere alle crescenti aspettative del pubblico cinese, caratterizzate da un processo di crescente sofisticazione che si esprime anche e soprattutto nell’interesse verso l’alta qualità dei marchi internazionali.

L’accordo WBA-Alibaba è stato annunciato qualche giorno fa con un comunicato stampa congiunto, dove si ricorda che Tmall Global è il canale dedicato di Alibaba nato nel 2014 per l’e-commerce transfrontaliero. È uno dei più grandi e completi mercati online business to consumer internazionali e consente a marchi e rivenditori senza operazioni in Cina di costruire vetrine virtuali e spedire prodotti nel grande paese asiatico.

Siamo davvero entusiasti di lanciare il nostro flagship store online in Cina esclusivamente su Tmall Global” ha dichiarato Ken Murphy, vicepresidente esecutivo e responsabile delle operazioni commerciali e dei Global Brands di WBA. “Questa è una grande opportunità per noi per aumentare l’internazionalizzazione dei nostri prodotti e per utilizzare le molte tecnologie innovative sviluppate da Alibaba. Allo stesso tempo, la nostra collaborazione con Tmall Global completa la nostra presenza nella farmacia all’ingrosso e al dettaglio in Cina con un nuovo, fantastico canale, attraverso il quale possiamo distribuire i nostri marchi di bellezza in un mercato con possibilità quasi infinite. L’annuncio dell’accordo con Alibaba è il primo passo su un percorso che crediamo ci offra un incredibile potenziale per il futuro. “

“Siamo entusiasti di collaborare con Walgreens Boots Alliance mentre continuano a costruire i loro marchi in Cina, coinvolgere un nuovo pubblico e soddisfare le esigenze in continua evoluzione del consumatore cinese”, ha dichiarato da parte sua Michael Evans, presidente di Alibaba Group. Non vediamo l’ora di sviluppare la relazione con WBA per ampliare continuamente la gamma di prodotti selezionati per servire meglio oltre mezzo miliardo di consumatori sui nostri mercati alla ricerca di prodotti internazionali di bellezza e cosmetici di qualità”.

Il settore della bellezza e dei cosmetici in Cina ha registrato tassi di crescita impressionanti. I dati di Euromonitor rivelano che le vendite totali al dettaglio di prodotti per la cura della pelle e prodotti per il make-up in Cina hanno raggiunto nel 2017, rispettivamente, 186,7 miliardi di renminbi (in sigla non convenzionale RMB: è la valuta avente corso legale nella Repubblica Popolare Cinese, nota anche come yuan)  e 34,4 miliardi, corrispondenti a  27,26 miliardi e  5,02 miliardi di dollari USA. Anno su anno, i due settori hanno raggiunto una crescita superiore al 10% e al 21%. Più in generale, le vendite al dettaglio online in Cina hanno superato per la prima volta il valore di  1 trilione di dollari USA nel 2017, rendendo la Cina il principale mercato di e-commerce al mondo. E non sorprende davvero che WBA – global company abituata a muoversi a 360°, cogliendo ogni possibile occasione  sui mercati internazionali –  abbia deciso di puntarvi in modo significativo.

È anche ragionevole ritenere, però,  che l’accordo con Alibaba (come peraltro lascia in qualche modo intendere la dichiarazione del vicepresidente Murphy) offra a WBA anche preziosa occasione per  conoscere meglio il mercato dell’e commerce,  le sue sofisticate tecnologie e le migliori modalità operative, acquisendo know how specifici che potrebbero avere un rilievo strategico nelle competizioni commerciali del futuro, che si giocheranno inevitabilmente  anche nel settore del pharma. Dove, secondo le previsioni di molti analisti, reciteranno un ruolo chiave proprio i giganti del commercio on line, Amazon in testa (e il colosso di Jeff Bezos in effetti non ne fa mistero). Farsi trovare pronti sarà cruciale.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi