Vaccini anti-influenza, si allarga in Francia la sperimentazione in farmacia

Vaccini anti-influenza, si allarga in Francia la sperimentazione in farmacia

Roma, 4 ottobre – A pochi giorni dal lancio ufficiale della campagna di vaccinazione antinfluenzale, la Federazione dei sindacati farmaceutici francesi (Fspf), principale organismo di rappresentanza delle farmacie d’Oltralpe, esprime soddisfazione per la decisione delle autorità sanitarie di estendere la sperimentazione della somministrazione del vaccino in farmacia anche ad altre categorie di persone oltre a quelle inizialmente previste
Ai farmacisti di quattro regioni (Auvergne-Rhône Alpes, Nouvelle Aquitaine, Hauts-de-France e Occitanie) sarà infatti consentito di vaccinare contro l’influenza anche adulti che non hanno mai fatto prima il vaccino e donne incinte, a meno che non vi siano controindicazioni, in forza di un decreto emanato a fine settembre dal ministero della Salute francese.

L’ estensione disposta dal ministro, osserva il sindacato presieduto da Philippe Gaertner, premia i buoni risultati – ottenuti grazie al forte impegno e coinvolgimento dei farmacisti – della sperimentazione effettuata in occasione della campagna antinfluenzale  2017-2018  nelle regioni Auvergne-Rhône Alpes e Nuova Aquitania, nel corso della quale 160.000 persone, per lo più di età superiore ai 65 anni, beneficiarono della possibilità di  vaccinazione in farmacia.

L’auspicio di Gaertner è che l’ampliamento delle categorie di persone suscettibili di essere vaccinate possa ancora essere esteso. ampliate, includendo ora le donne incinte e le persone raccomandate per la prima volta. Sulla stessa linea l’Ordine dei farmacisti, che con uno dei suoi responsabili, Alain Delgutte, ha accolto il nuovo decreto come “un significativo passo avanti”, anche se la richiesta dei farmacisti era quella di un allargamento più consistente della sperimentazione, limitata ai pazienti over 65 anni e quelli appartenenti ad alcune categorie a rischio (e ora, in forza del nuovo decreto, anche alle donne in attesa e agli adulti alla prima vaccinazione).

“La mobilitazione di tutti  i farmacisti ha contribuito ad alzare l’asticella” dichiara ancora Gartner a Le Quotidien du Pharmacienma ora dobbiamo andare oltre, consentendo che in farmacia possano essere vaccinati anche gli adulti al di fuori del target vaccinale  e anche effettuare i richiami di alcuni vaccinazioni già effettuate”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi