Drive the change, da iFarma e Dompè progetto per promuovere la digital pharmacy

Drive the change, da iFarma e Dompè progetto per promuovere la digital pharmacy

Roma, 9 ottobre – Promuovere la cultura della digitalizzazione tra i titolari di farmacia,  stimolandoli però a non abbandonarsi a iniziative d’impulso e tentativi spot, ma ad approfondire le conoscenze sui nuovi media e il web marketing, per pianificare e sostenere progetti davvero utili alle loro farmacie.

Questo l’ambizioso obiettivo di Drive the change, nato da una collaborazione tra la rivista iPharma e l’azienda Dompè e presentato nei giorni scorsi a Taormina nel corso di Pharmaevolution. Il progetto, che gode del patrocincio di Federfarma, è nato dalla constatazione del grave ritardo della farmacia italiana in materia di pharmacy digitalization: da una recente ricerca condotta dall’università di Milano è infatti emerso che son0 ancora pochi i titolari che hanno consapevolezza della natura attuale dei comportamenti dei consumatori, ormai portati a integrare in modo naturale le dimensione dell’on line e dell’off line. Il 44,2% di titolari non raccoglie nè rielabora i risultati delle iniziative svolte attraverso i diversi canali web e social, disperdendo così una grande fonte di valore e conoscenza.

Manca, insomma, una digital strategy complessiva, che dia senso alla presenza e alle iniziative sul web e sulle piattaforme social, anche in relazione agli obiettivi che si vogliono perseguire, utilizzando la digitalizzazione per cio che è: un’opportunità per la farmacia moderna di andare oltre il presidio territoriale, consentendole di comunicare ai suoi pazienti/clienti iniziative e informazioni scientifiche e sanitarie, con strumenti come newsletter, whatsapp, messaging, chat bot e video.

Drive the change nasce proprio per aiutare la farmacia a cogliere l’opportunità della digitalizzazione, che rappresenta anche un’occasione per rivedere l’organizzazione e i processi interni e per cominciare a ragionare nell’ottica della domanda più che dell’offerta. L’iniziativa iFarma-Dompè, dopo l’esordio a Taormina (dove  la digital strategy in farmacia è stata illustrata da Laura Iacovone, ricercatrice del settore  Economia e Gestione delle imprese dell’università di Milano, in una sessione che  ha anche affrontato le ricadute e gli aspetti “pratici” della digitalizzazione in un question time con due noti esperti in materia legale e fiscale, l’avvocato Quintino Lombardo e il commercialista Arturo Saggese), si sostanzierà in una serie di appuntamenti residenziali (con 200 farmacisti massimo) che saranno condotti in diverse località del Nord, del Centro e del Sud Italia, programmate di sabato pomeriggio e concluse da un apertivo.

Il modulo di questa sorta di moderna “catechesi” prevede le relazioni di cinque esperti: a quelle dei tre già ricordati prima,  infatti, si sggiungeranno quelle di Emanuele Acconciamessa, di Focus Mgmt, società di consulenza per la soluzione dei problemi manageriali delle imprese e per l’affiancamento nello sviluppo del business,  e di Andrea Farinet, professore associato di Economia e Gestione delle imprese alla Liuc – Università Cattaneo, dove insegna Marketing relazionale. Il primo illustrerà le esperienze di digitalization in altri canali e nelle farmacie di altri Paesi, il secondo fornirà invece le indicazioni pratiche per lo sviluppo in farmacia di una strategia digitale e l’interazione tra l’off line e l’on line.

Presto sarà reso noto il calendario degli eventi, del quale – stante l’interesse dell’iniziativa  – il nostro giornale non mancherà di dare informazione.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi