On line il sito web di Sistema Farmacia Italia, dal 16 ottobre aperte le iscrizioni

On line il sito web di Sistema Farmacia Italia, dal 16 ottobre aperte le iscrizioni

Roma, 11 ottobre –  Sistema Farmacia Italia Srl,  la società creata da Federfarma e Federfarma Servizi per costruire un progetto di aggregazione delle farmacie basato sul concetto di flessibilità, dopo una lunga e necessaria fase istruttoria, scende in campo e diventa operativa: è infatti on line il sito (www.sistemafarmaciaitalia.it) attraverso il quale tutte le farmacie italiane potranno interloquire con la società presieduta da Alfredo Procaccini (nella foto), tassello fondamentale della complessa strategia che Federfarma e le sue società partecipate e satelliti sono impegnate a porre in essere per rispondere alle sfide competitive che la filiera farmaceutcia, e in particolare il retail, dovrà affrontare a seguito dell’ingresso delle società di capitale nel settore.

“Ciascuna farmacia può aderire alle attività e ai servizi che ritiene più utili per rendere più efficiente ed efficace la propria attività, nell’ambito dello specifico contesto in cui opera” spiega subito il sito di Sistema Farmacia Italia, aggiungendo che “nell’attuale situazione, che richiede ai titolari di farmacia la capacità di rafforzare il proprio ruolo e il proprio impegno sia sul fronte professionale che gestionale, è fondamentale che il sistema metta a disposizione delle farmacie tutte le risorse di cui dispone”.

“Per questo” si legge ancora sul sito  “Federfarma e Federfarma Servizi hanno predisposto, grazie alla consulenza di Focus Management, società specializzata nello sviluppo di soluzioni per le reti distributive, un progetto che fa leva sull’organizzazione territoriale di Federfarma e sulle cooperative di farmacisti aderenti a Federfarma Servizi e che si avvale del supporto operativo di Promofarma e FederFarmaco.”

Su questa infrastruttura è stato costruito un progetto basato sul concetto di geometria variabile, con due aree di sviluppo pensate per far crescere professionalmente ed economicamente le farmacie: la Pharmaceutical care, che consentirà agli esercizi aderenti al progetto di svolgere attività specifiche sul terreno del servizio, dell’orientamento e della presa in carico del paziente attraverso l’adozione di specifici applicativi informatici, messi a disposizione da Promofarma e FederFarmaco. Le farmacie possono così rilevare i dati derivanti dal monitoraggio delle terapie, nell’ottica di migliorare l’aderenza alle cure da parte dei pazienti cronici e di rafforzare il ruolo professionale della farmacia. La previsione è quella di remunerare queste attività, per garantire alle farmacie un riconoscimento economico del proprio impegno professionale.  Ma le farmacie interessate ad ampliare la propria gamma di attività possono anche decidere di accedere ad altri applicativi per l’erogazione di servizi di diagnostica di primo livello e/o di telemedicina.

“La rete delle farmacie di Sistema Farmacia Italia Srl è quindi uno strumento fondamentale per monitorare, nel pieno rispetto della privacy, la situazione sanitaria della popolazione e l’uso dei farmaci” spiega il sito. “I dati sono a disposizione di tutti i soggetti interessati a migliorare l’assistenza ai pazienti cronici, dalle autorità sanitarie pubbliche alle aziende produttrici e agli operatori privati”.

L’altra area di intervento e sviluppo dell’attività di Sistema Farmacia Italia riguarda l’attività commerciale: le farmacie possono ottenere migliori condizioni di acquisto grazie alla centrale di negoziazione, ma anche condividere le procedure di gestione, fino alla possibilità di operare all’interno di un format comune, una rete fisica vera e propria.

Il modello organizzativo adottato da Sistema Farmacia Italia, tuttavia, è volto a garantire l’unicità della singola farmacia, “valorizzando le sue individualità ed esaltandone le specificità e caratteristiche nell’ambito di un’azione coerente e coordinata”. Ma grazie alla rete, che “dialoga ai più alti livelli del sistema sanitario con soggetti privati e pubblici aziende produttrici di beni e servizi per la salute, aziende della sanità integrativa e assicurazioni per stipulare accordi e contratti ai quali la singola farmacia non potrebbe accedere”, a ciascuna farmacia si apriraranno anche opportunità alle quali, da sola, avrebbe difficoltà ad accedere.
La fase operativa è ormai ai nastri di partenza: dal 16 ottobre sarà infatti possibile iscriversi a Sistema Farmacia Italia e “scoprire i servizi riservati alle farmacie del network”.
Print Friendly, PDF & Email
Condividi