Branca (Fnpi): “Vendita di farmacie al capitale, le contraddizioni dei titolari”

Branca (Fnpi): “Vendita di farmacie al capitale, le contraddizioni dei titolari”

Roma, 14 gennaio – “Mesi a studiare reti delle reti per aiutare i titolari a resistere all’onda d’urto del capitale. Anni a dirci che il farmaco da ricetta non può uscire dalla farmacia perché non siamo al mercato. E poi, a pochi mesi dalla legge che ha aperto le cateratte, mentre il presidente Cossolo spiega ai titolari come resistere, due presidenti di Federfarma Veneto mostrano a tutti la soluzione più semplice: vendere”.

Questo l’incipit della severa dichiarazione rilasciata da Matteo Branca, prsidente di Fnpi (nella foto), a proposito dell’acquisto da parte di  Hippocrates Holding, società di capitale costituita nel marzo del 2018 e già riuscita ad acquisire una trentina di farmacie in Italia, della farmacia della  presidente di Federfarma Vicenza, Marina Milan, e di uno degli esercizi del presidente di Federfarma Venezia, Andrea Bellon.

Sottolineata l’incongruità tra la linea professata dal sindacato nazionale e il comportamento dei suoi dirigenti perifierici, Branca torna al suo, ovvero i farmacisti di parafarmacia, che – scrive nella sua breve nota – “lottano instancabili per la propria utilità sociale, sanitaria e occupazionale, ormai riconosciuta da tutti, società e politica, consumatori e pazienti, per contrastare la decadenza di una categoria mortificata, per riportare il farmacista ad un ruolo centrale, o quantomeno maggioritario, con e senza mutua. Gli strumenti ci sono, si può fare, basta la volontà”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi