Per Menarini 2018 positivo: in crescita fatturato e dipendenti  (in maggioranza donne)

Per Menarini 2018 positivo: in crescita fatturato e dipendenti (in maggioranza donne)

Roma, 18 marzo – Anno positivo per Menarini, il Gruppo farmaceutico multinazionale italiano con sede a Firenze,  presente in 136 Paesi nel mondo che nel 2018 ha registrato un fatturato di 3,660 miliardi di euro, con una crescita dell’1,6% nonostante le “flessioni” subite per la scadenza, peraltro prevista, di un importante brevetto e per l’effetto negativo dei cambi.

I dati – informa una nota di Teleborsa – sono stati presentati in occasione di un incontro  dei vertici dell’azienda con la stampa, nel corso del quali il presidente Eric Cornut, manager svizzero esperto del settore farmaceutico approdato nell’azienda italiana da quasi un anno, insieme ai rappresentanti della prprietà  Lucia e Alberto Giovanni Aleotti (nella foto),  entrambi presenti nel Consiglio di amministrazione, hanno spiegato che il Gruppo Il Gruppo è riuscito a compensare brillantemente i quasi 200 milioni di perdita di fatturato derivante dalla scadenza del brevetto dell’Olmesartan (trattamento ipertensione) e dall’impatto negativo dei tassi di cambio specialmente in Russia e in Turchia.

Ma non è sta l’unica buona notizia: continua infatti anche la crescita dei dipendenti. Un dato particolarmente interessante in un contesto generale lavorativo in cui le donne fanno fatica è proprio quello che riguarda la componente femminile: nel 2018 sono state assunte 600 persone, di cui il 60% donne, per un totale di 17.632 dipendenti. E alcune filiali Menarini nel mondo hanno solo donne come dipendenti.

A livello di fatturato, i Paesi più importanti per l’azienda si confermano l’Italia, la Germania e la Russia, ma l’azienda ha continuato a mostrare, in scia del trend degli ultimi anni, un forte interesse per l’area asiatica, con evidenti segnali di crescita in Cina (+42%)e Thailandia. Sviluppo anche in Polonia e Centro America.

Il Gruppo infine continua ad investire in Ricerca e Sviluppo focalizzandosi principalmente nell’area dell’oncologia e dei farmaci contro i batteri antibiotico resistenti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi