Calendario della Salute, già in rampa di lancio l’edizione del 2020

Calendario della Salute, già in rampa di lancio l’edizione del 2020

Roma, 22 marzo – Il calendario, da millenni strumento indispensabile di misurazione del tempo (e primo esempio di scienza esatta nella storia dell’umanità) , proprio in ragione della sua natura il tempo deve  in qualche modo sempre anticiparlo. Non può sorprendere più di tanto, dunque, che nonostante il 2019 non abbia ancora esaurito il suo primo trimestre, il CalendariodellaSalute presenti già la sua prossima edizione, quella del 2020, che sarà la 34ma della serie. Il calendario fu concepito e realizzato per la prima volta in Italia nel 1986 e da allora, anno dopo anno, ha affrontato argomenti monotematici riguardanti la salute,  avvalendosi del supporto scientifico di specialisti e istituti di acclarato prestigio, riscuotendo fin dalla prima edizione l’apprezzamento dei cittadini che è alla base del suo notevole successo.

Anche per il 2020 il Calendario presenterà un argomento interessante, coinvolgente e di grande attualità: “Orecchio, naso e gola: utili consigli in farmacia”

I testi saranno curati da Massimo Re (nella foto), otorinolaringoiatra, professore associato del Dipartimento di Scienze Cliniche e Molecolari dell’ Università Politecnica delle Marche.

Il tema affrontato dal Calendario 2020 – informa una nota dell’editore Uniservices – concerne i consigli ai cittadini/utenti della farmacia italiana, per meglio indirizzarli nell’uso di quella grande categoria di prodotti indicati nei disturbi di orecchio, naso e gola.

I testi sono stati affidati a un medico per garantirne l’appropriatezza, tenendo presente che gran parte di questi prodotti viene prescritta dal medico di base o dallo specialista quale coadiuvante della terapia medica nella risoluzione di molte patologie.

Le illustrazioni usciranno, come di consueto, dalle incisive matite di Monica Maaten, che collabora con il Calendario della Salute da oltre 20 anni.

I cittadini potranno trovare il CalendariodellaSalute a fine anno, gratuitamente, presso una delle tantissime farmacie che aderiscono a questa campagna di educazione e informazione sanitaria.

Anche per il 2020, l’iniziativa godrà del patrocinio di Fofi, Federfarma, Assofarm, Utifar, Fenagifar e Federfarma Servizi. 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi