Lorefice incontra Fenagifar, sul tavolo accesso all’università e occupazione

Lorefice incontra Fenagifar, sul tavolo accesso all’università e occupazione

Roma, 3 aprile – La presidente della commissione Affari sociali Marilalucia Lorefice (M5s, nella foto) ha ricevuto ieri mattina, insieme al collega Giuseppe Chiazzese, una delegazione di Fenagifar, la sigla nazionale dei giovani farmacisti guidata dal presidente Davide Petrosillo.

Ne riferisce la stessa deputata sul suo sito Facebook, riferendo che, nel corso dell’incontro, i giovani farmacisti hanno espresso preoccupazioni sul futuro della loro professione a causa della crisi occupazionale che caratterizza il settore.
“Sulle proposte avanzate dai giovani rappresentanti della categoria abbiamo assicurato attenzione da parte del nostro gruppo e da parte del Governo” scrive Lorefice “per arrivare ad una proposta condivisa che porti al superamento delle problematiche che stanno vivendo con tutta evidenza i farmacisti e i farmacisti titolari di parafarmacie”.

Tra le istanze rappresentate da Fenagifar, spicca la richiesta di rivedere l’accesso al corso di laurea in farmacia, introducendo criteri meritocratici, sulla falsariga di quanto già proposto dalla Fofi: accesso libero al primo anno del corso di laurea e quindi selezione sulla base dei crediti ottenuti, con  lo scivolamento verso altri corsi di quanti non raggiungono il numero minimo predefinito.  Giudizio negativo, invece, sull’ipotesi di ulteriori liberalizzazioni del retail farmaceutico:  a giudizio dei giovani farmacisti non produrrebbero effetti positivi sull’occupazione ma, al contrario, si risolverebbero in altri vantaggi a favore delle concentrazioni commerciali, in particolare la GDO, sulla falsariga di quanto già verificatosi nel settore dei beni di consumo, che ha dovuto registrare la scomparsa dei  negozi di prossimità, fagocitati dalle grandi superfici.

Fenagifar ha anche rappresentato alla presidente della XII Commissione la necessità di sostenere  e valorizzare i nuovi ruoli del farmacista in farmacia (pharmaceutical care, presa in carico del paziente cronico, telemedicina), ritenendoli “un fattore di rilancio dell’occupazione, con innegabili vantaggi per il cittadino”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi