Ims Health, in calo nei primi sei mesi del 2016 il mercato della farmacia

Ims Health, in calo nei primi sei mesi del 2016 il mercato della farmacia

Roma, 21 luglio – Più che con il freno a mano tirato, il mercato della farmacia ha viaggiato nel primo semestre 2016 con la retromarcia innestata: dai dati diffusi ieri da Ims Health Italia, raccolti utilizzando il nuovo campione di 8mila farmacie distribuite su tutto il territorio nazionale, emerge infatti una diminuzione del -1,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. In valori assoluti, il comparto ha “messo insieme” un valore pari a 12,7 miliardi di euro.

L’andamento negativo riguarda, in particolare, i farmaci su prescrizione (che segnano un rilevante  meno 2,7%), mentre resta stabile il giro d’affari del comparto di libera vendita (i farmaci di autocura e il segmento commerciale dei cosmetici, integratori e parafarmaci), con un totale di 5,1 miliardi di euro a valore e una piccola flessione del – 0,2%. Se i fatturati sostanzialmente tengono, calano però i consumi, che registrano una diminuzione dell’1,4%, in larga parte dovuta al trend negativo dei farmaci di autocura (meno 4,1% nel primo semestre 2016) dovuto alla debole virulenza dei malanni stagionali. Continuano invece a navigare con il vento in poppa gli integratori (+7,1%).

In leggera flessione, nei consumi e nel fatturato, anche i prodotti di bellezza (-0,6%), con l’eccezione dei prodotti femminili, che mantengono fatturati stabili grazie al contributo delle creme viso in volumi (4,2%) e valori (4,5%).

Buone anche le performance dei prodotti per l’igiene e la cura della persona, con trend in crescita sia in volumi (+2%), sia in valori (+2,5%).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi