Barra (WBA), conferma nella top ten delle donne più potenti del mondo

Barra (WBA), conferma nella top ten delle donne più potenti del mondo

Roma, 13 settembre – Ornella Barra (nella foto), la manager italiana che condivide con Alex Gourlay le responsabilità operative ai vertici del colosso della distribuzione farmaceutica mondiale Walgreens Boots Alliance, guidato dal CeO Stefano Pessina, si conferma nella top ten della Most powerful women, la classifica delle 50 donne più potenti del mondo stilata dalla rivista economica statunitense Fortune.

Barra  occupa il decimo posto assoluto della lista mondiale (USA esclusi, ai quali Fortune dedica una classifica dedicata), estesa da quest’anno, oltre che a Europa, Medio Oriente e Africa, anche ad Asia, Oceania e subcontinente indiano, aree del mondo dove ormai si sono affermati e operano giganti dell’economia di livello planetario.

Nel profilo dedicatole da Fortune, il decimo posto viene motivato ricordando le ampie responsabilità in carico alla manager, come capo della divisione Pharmaceutical Wholesale di Wba: Barra, lo ricordiamo, sovrintende le attività International retail (vendita al dettaglio in Asia, Europa e America Latina oltre che in ulteriori sei Paesi del Golfo Persico), Global brands (ampio portafoglio di prodotti a marchio, tra cui No7, la gamma Botanics, Almus, Boots Pharmaceuticals, Soap & Glory e Liz Earle), Marketing retail e commerciali, Pharmaceutical Wholesale (uno dei più grandi network globali di vendita all’ingrosso e distribuzione farmaceutica, con oltre 350 centri di distribuzione che ogni anno consegnano a più di 200 mila farmacie, medici, centri per la salute e ospedali in 19 Paesi), Global human resources, Business services (tra cui supply chain nel Regno Unito e servizi a valore aggiunto), Corporate social responsability, Global communications and corporate affairs (comunicazione a livello di divisione, business e brand, oltre a comunicazione finanziaria, gestione di crisi, filantropia e relazioni governative) e information technology.

Una posizione di assoluto rilievo, che Barra ha appunto ulteriormente consolidato nel giugno scorso con la sua ultima promozione (la terza in tre anni) alla carica di co-chief officer.

La manager italiana è ormai una habituèe della classifica Mpw di Fortune, dove è stabilmente presente da una decina d’anni e dove l’anno scorso (cfr. RIFday del 15 settembre 2015) occupava il 5° posto dell’area Emea. Una posizione che è stata sostanzialmente confermata: lo scivolamento in decima posizione, infatti, è semplicemente dovuto all’allargamento dell’area di riferimento, che ha inevitabilmente portato in classifica le super-manager delle rampanti economie orientali, come le banchiere indiane Arundhati Bhattacharya, chairperson della Banca di stato indiana, e  Chanda Kochhar, Ceo di Icici Bank, e le business women Chua Sock Kong (CeO di Singapore Telecommunications) e Ho Ching, CeO del potente fondo di investimento Temasek, sempre di Singapore.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi