ULTIMA ORA – Silvia Pagliacci nuova presidente di Sunifar

ULTIMA ORA – Silvia Pagliacci nuova presidente di Sunifar

Roma, 30 maggio – Silvia Pagliacci (nella foto), presidente di Federfarma Perugia e candidata del rassemblement Farmacia Futura presentatosi alle elezioni per il rinnovo delle cariche di Federfarma come alternativa ai vertici uscenti, è la nuova presidente di Sunifar, il sindacato delle farmacie rurali che opera all’interno del sindacato nazionale dei titolari.

Pagliacci ha avuto la meglio sul presidente uscente Alfredo Orlandi, sconfitto per 60 voti contro 56. Le operazioni di voto si avviano ora a essere completate con l’elezione dei membri del Consiglio di presidenza: i candidati di Farmacia Futura – a questo punto in tutta evidenza favoriti, visti gli esiti delle votazioni dei presidenti  – potrebbero fare filotto e aggiudicarsi i 9 posti di consigliere di presidenza in ballo (sei rurali e tre rurali), anche se voci filtrate dall’assemblea elettorale non escludono invece qualche possibile sorpresa. In ogni caso, Farmacia Futura porta intanto a casa l’elezione del suo ticket Cossolo-Pagliacci, con il quale aveva lanciato la sua sfida a Racca e al consiglio uscente.

Silvia Pagliacci, perugina, è laureata in Farmacia dal 1992 e titolare dal 1996 della farmacia rurale di Valfabbrica (PG). Eletta revisore dei conti di Federfarma Perugia nel 1996, si fa le ossa nell’associazionismo di categoria rivestendo lo stesso ruolo per cinque anni, fino al 2001. L’anno successivo viene eletta in seno al Consiglio di presidenza dell’associazione provinciale e nel 2005 fa il suo ingresso in Federfarma Umbria (l’Unione regionale delle Associazioni di Federfarma della Regione Umbria).  Presidente rurale di Federfarma Perugia dal 2011 al 2016,  dal 1° gennaio di quest’anno  è presidente di Federfarma Perugia.
Fin dai suoi esordi nelle organizzazioni sindacali di categoria ha preso subito parte ai più importanti tavoli tecnici con le istituzioni locali e non, per la definizione dei principali accordi e progetti a difesa della categoria, sempre sostenendone con forza e convinzione il ruolo di presidio territoriale di salute della farmacia, imprescindibile per la sua capillarità e per la prossimità ai cittadini. In questa prospettiva e anche al fine di sottolineare l’identità e il valore sociale delle farmacie di comunità, ha anche seguito e coordinato molti progetti della Federazione sindacale, tra i quali numerosi progetti di prevenzione e screening, un progetto in collaborazione con il Coni per la promozione dei corretti stili di vita, il progetto CCM (Centro Nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie) in collaborazione con le Regioni Umbria, Piemonte e Puglia; il progetto  “Genitorialità” nato allo scopo di aiutare padri e madri ad affrontare in modo consapevole e sereno il loro delicato ruolo di genitore e, infine, ilprogetto per il monitoraggio della TAO (Terapia anticoagulante orale).
È consigliere della Società Farmaservicentroitalia, di proprietà dei farmacisti titolari dell’Umbria, dove è responsabile dell’ufficio “Contabilità e consulenza alle farmacie”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi