Tavolo della filiera su DPC e diretta, la Sifo convoca la seduta finale

Tavolo della filiera su DPC e diretta, la Sifo convoca la seduta finale

Roma, 20 ottobre – Atto conclusivo per il tavolo della filiera faramceutica avviato  per mettere a confronto i costi di distribuzione diretta, Dpc e convenzionata e procedere alla elaborazione di un progetto condiviso di categoria di riordino del Pht che possa poi essere funzionale a ridefinire  (nell’ambito del tavolo sulla farmaceutica aperto dal MISE) i nuovi assetti, più efficienti, efficaci e sostenibili, del servizio di distribuzione dei farmaci Ssn.

La presidente di Sifo Simona Serao Creazzola (nella foto) ha infatti diramato ieri la convocazione a tutte le sigle del comparto (Federfarma, Assofarm, Farmacieunite, Adf, Federfarma Servizi e Assoram, oltre ovviamente alla Fofi, al coordinatore del TdM di Cittadinanzattiva Tonino Aceti  e al docente di Economia e management della Scuola Superiore S. Anna Giuseppe Turchetti) per l’ultimo incontro del tavolo, che si terrà a Roma il 14 novembre prossimo nella sede della Fofi.

Nel corso dell’incontro, saranno presentati i risultati dello studio affidato nel febbraio scorso proprio al prof.  Turchetti, finalizzato a elaborare la proposta di nuovo Pht “costruita” guardando anche al profilo delle ricadute in termini di impatto economico e sulla base du criteri e parametri condivisi dalle diverse parti in gioco, per evitare rilevazioni “orientate”.

Gli esiti del lavoro sono confluiti in un documento finale che sarà appunto discusso (ed eventualmente sottoscritto) nel corso dell’incontro del 14 novembre, che dovrebbe anche segnare la fine di questa prima fase del lavoro del tavolo. L’auspicio, ovviamente, è che la filiera riesca a esprimere un documento “forte” e condiviso che sia capace di incidere sulla ridefinizione dei pesi e delle interrelazioni tra i canali distributivi del farmaco che dovrà necessariamente realizzare il tavolo sulla farmaceutica del MISE.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi