Furti di farmacie, ladri di nuovo in azione all’ospedale di Ceglie

Furti di farmacie, ladri di nuovo in azione all’ospedale di Ceglie

Roma, 8 aprile – I ladri sono tornati a colpire, alla fine della scorsa settimana, nella farmacia dell’ospedale di Ceglie Messapica (nella foto), in Puglia. Come già in un’occasione precedente (e, pare, con identiche procedure) sono riusciti a penetrare all’interno e a fare razzia di farmacia antitumorai ad alto costo.

Secondo quanto riferiscono le cronache locali, il furto è del tutto identico a quello che, un mese fa, aveva fruttato ai ladri un bottino di circa 100mila euro. Al momento, non si ha ancora una stima del valore della merce rubata.  Stando a quello che è emerso da una prima ricognizione effettuata dal personale sanitario, anche questa volta i ladri avrebbero rubato confezioni di farmaci impiegati per curare neoplasie, molto costosi (circa 2500 euro a confezione): poche decine di scatole bastano dunque ad assicurarsi un bottino consistente e a procurare alle casse dell’ospedale e quindi del Serivzio sanitario regionale una danno a cinque zeri.

Per accedere alla farmacia dell’ospedale gli autori del furto hanno forzato, proprio come in occasione del precedente furto, la porta dell’accesso secondario alla farmacia. Nessuno si è accorto di niente. I ladri sono riusciti a mettere a segno il colpo e ad allontanarsi dall’ospedale senza che nessuno si accorgesse della loro intrusione. Le indagini condotte dai carabinieri della stazione di Ceglie e della compagnia di San Vito dei Normanni
non escludono ovviamente che il colpo sia stato fatto su commissione: i ladri probabilmente sapevano, ancora prima di entrare in azione, a chi smerciare le medicine di cui si sarebbero impossessati.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi