Integratori, una ricerca del Censis ne illustrerà il ruolo e il valore sociale

Integratori, una ricerca del Censis ne illustrerà il ruolo e il valore sociale

Roma, 21 maggio – Qual è il ruolo degli integratori alimentari in un modello di welfare sostenibile? È l’interrogativo al quale si propone di  rispondere la XX edizione della Convention FederSalus, l’associazione nazionale dei produttori e distributori di prodotti salutistici, che si terrà a Roma il prossimo 20 giugno nell’Auditorium Via Veneto (Via Vittorio Veneto 29).

Piatto forte dell’evento la presentazione di una ricerca del Censi sul valore sociale dell’integratore alimentare, prodotto protagonista di un vero e propri boom di mercato negli ultimi anni, fino a generare nel 2018 (i dati sono della stessa FederSalus) un fatturato di 3.3 miliardi di euro, frutto delle 226 milioni di confezioni acquistate dagli italiani,  l’86% delle quali in farmacia, l’8.6% in parafarmacia e soltanto il 5.4% attraverso la grande distribuzione organizzata. Sempre nel 2018, si stima che 32 milioni di italiani (il 65% dell’intera popolazione) abbiano utilizzato almeno una volta gli integratori.

Si tratta di numeri che danno le dimensioni di un fenomeno che, per il suo rilievo economico e ancora di più per gli inevitabili riflessi che produce in termini di salute, merita un’attenta considerazione. Che la ricerca del Censis commissionata da FederSalus certamente contribuirà a favorire.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi