Lotta alla contraffazione, premio dell’Europol ai Nas “per il loro importante contributo”

Lotta alla contraffazione, premio dell’Europol ai Nas “per il loro importante contributo”

Roma, 19 giugno – Riflettori accesi, ieri a Malaga, sui Carabinieri dei Nas, che nel corso della conferenza internazionale IPC3 (Intellectual Property Crime Coordinated Coalition) organizzata dall’Europol sulla criminalità nel settore della proprietà intellettuale e commercio illegale di merci contraffatte, sono stati insigniti di un premio  “per l’importante contributo operativo offerto nella lotta alla contraffazione”.

Il premio è stato consegnato dal direttore di Europol, Catherine De Bolle, alla presenza del ministro dell’Interno spagnolo è di un folto pubblico di “addetti ai lavori”: esperti delle forze dell’ordine, dell’industria privata e del mondo accademico di tutti i Paesi membri dell’Unione europea.

Un riconoscimento meritato e che inorgoglisce, quello conferito ai Nas, in prima fila (insieme all’Aifa) sul fronte della lotta alla contraffazione anche  nel settore del farmaco, dove l’Italia rappresenta un paradigma di assoluto livello internazionale, dove è spesso in prima linea a ispirare e anche coordinare le strategie di contrasto a un crimine che (oltre al danno economico) produce pesanti conseguenze per la salute dei cittadini.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi