Francia, automedicazione per 8 cittadini su 10, il riferimento è il farmacista

Francia, automedicazione per 8 cittadini su 10, il riferimento è il farmacista

Roma, 4 luglio – Resta stabile in Francia il ricorso all‘automedicazione,  ancora ampiamente utilizzata dai cittadini (vi fanno ricorso 8 francesi su 10), che continuano ad avere nel farmacista il professionista di riferimento. Sono i dati emersi da un sondaggio commissionato dall’Afipa, la federazione di produttori di prodotti per l’automedicazione, dei quali riferisce il Quotidien du Pharmacien. 

Nel 2018, l’80% dei francesi avrebbero appunto fatto uso di farmaci da banco e senza obbligo di prescrizione. Una cifra “stabile negli ultimi anni” secondo Afipa, che evidenzia anche una “forte stagionalità” nel ricorso all’automedicazione. Mentre il 79% degli intervistati afferma di ricorrervi in inverno, solo il 49% lo fa durante l’estate e il 40% in primavera.

Altro punto significativo emerso dal sondaggio, condotto su un campione di 1.000 persone, è che per i cittadini francesi “il perimetro dell’automedicazione è vasto”. Se vitamine, medicinali non rimborsati e integratori alimentari costituiscono le prime tre tipologie di prodotto acquistate senza il ricorso al medico,   l’automedicazione può interessare anche i prodotti di primo soccorso, dispositivi medici, o prodotti per l’igiene dentale. Tra le motivazioni addotte per l’uso di prodotti di autocura, stravince la facilità a reperirli (indicata dal 78% degli intervistati).

Chi sceglie l’automedicazione, in ogni caso, cerca  consigli e informazioni per farlo in modo corretto e in questo quadro il ​​farmacista è in  testa alla classifica, con largo distacco, dei professionisti di riferimento. Quasi il 60% degli intervistati affermano infatti di ricorrere alla consulenza del farmacista e il 35% gli danno un punteggio superiore a 9 quando si tratta di valutare il suo parere.
Infine, il 22% dei francesi prevede un aumento del consumo di prodotti venduti in farmacia nei prossimi anni.
Attenzione, però: il concetto di automedicazione continua a non essere sempre e del tutto chiaro per tutti. A dimostrarlo, il dato della ricerca che rivela che il 31% dei francesi intervistati ritiene che il consumo di farmaci effettuato sulla base di una vecchia prescrizione non integri la pratica dell’automedicazione.
Print Friendly, PDF & Email
Condividi