WBA, le previsioni degli analisti finanziari USA: “Nei prossimi 12 mesi azioni in rialzo”

WBA, le previsioni degli analisti finanziari USA: “Nei prossimi 12 mesi azioni in rialzo”

Roma, 11 luglio – Negli ultimi 12 mesi, giornali e siti di informazione finanziaria non hanno mancato, soprattutto negli USA, di sottolineare il periodo difficile attraversato dal colosso della distribuzione farmaceutica Walgreens Boots Alliance, a causa soprattutto della congiunzione negativa di due elementi: la diminuzione dei prezzi dei farmaci e il declino della vendita al dettaglio, anche sulla spinta della crescente concorrenza online. Inevitabili, dunque, i riflessi negativi in borsa, dove il titolo WBA ha perso nel corso del 2019 circa il 20%, attestandosi su una valutazione che oggi è intorno ai 55 dollari.

Ma le previsioni sul futuro dell’azienda, nonostante i problemi attraversati da mattoni (il prezzo dei farmaci) e malta (il contesto competitivo)  del business  WBA,  sono tutt’altro che negative e c’è anzi chi (come fa l’analista finanziario  Michael Ambrozewicz  su Seeking Alpha, il servizio di contenuti crowd-sourced per i mercati finanziari considerato una delle più affidabili fonti di onformazione finanziaria (come peraltro attestano i suoi tre milioni di  utenti registrati e gli otto milioni di visitatori unici al mese),   invita a puntare – e investire – sull’azienda guidata da Stefano Pessina. Che, intanto – rileva Ambrozewicz  – ha subito reagito alle circostanze negative, riorganizzando le proprie strategie per aumentare l’efficienza e aumentare il traffico dei clienti, cercando di contrastare i rischi attraverso partnership e acquisizioni.

“Una forte posizione di cassa, un aumento dei dividendi e migliori efficienze cominceranno a materializzarsi e ricompensare Walgreens nei prossimi 6-12 mesi” prevede l’analista finanziario, al termine di una lunga disamina pubblicata ieri su Seeking Alpha e alla quale rimandiamo gli interessati. Qui basterà riportare il “verdetto” di Ambrozewicz, secondo  il quale Walgreens – che vanta ancora circa il 20% delle prescrizioni negli Stati Uniti ed è riuscita a respingere la crescente concorrenza di competitors affermati come Walmart e CVS, tenendo botta anche contro i soggetti emergenti sul mercato del farmaco, tra cui Amazon –  continua a essere un’azienda sulla quale puntare.

I costi associati all’efficienza si sono ampiamente stabilizzati e permetteranno a WBA di recuperare i margini di fronte ai bassi prezzi dei farmaci” scrive AmbrozewiczL’aumento dell’offerta di negozi e di nuovi servizi online s ha anche attirato con successo più clienti, mentre WBA continua a migliorare l’offerta di soluzioni  per i consumatori. Affrontare Amazon non sarà un’impresa facile, ma una posizione di cassa stabile, partnership crescenti e acquisizioni di aziende importanti metteranno WBA in una posizione per competere in futuro” spiega ancora l’analista finanziario. “Le azioni WBA sono sottovalutate, considerando migliori efficienze, volumi di vendita, flussi di cassa e l’impegno della compagnia per un dividendo in aumento”.

Quindi, come impone il pragmatismo a stelle e strisce, la “dritta” finale agli investitori: L’acquisto nell’intervallo compreso tra $ 49,31 e $ 55,04 è ottimale, in quanto le azioni si apprezzano nell’intervallo da $ 65 a $ 70 nei prossimi 12 mesi man mano che questi cambiamenti si materializzano”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi