Lombardia, rinnovabili anche nelle farmacie le esenzioni dai ticket

Lombardia, rinnovabili anche nelle farmacie le esenzioni dai ticket

Roma, 24 luglio – La Regione Lombardia ha comunicato la proroga della scadenza al 30 settembre prossimo (inizialmente fissata al 30 giugno) per provvedere al rinnovo di alcune esenzioni dal pagamento dei ticket. Ci sono quindi tre mesi in più per provvedere al rinnovo delle esenzioni E02 ed E12 (disoccupazione), E13 (lavoratori in mobilità/cassa integrazione/contratto di solidarietà) e le esenzioni del ticket farmaceutico E30 (patologia cronica) ed E40 (malattia rara). Chi invece possiede un’esenzione E01, E03, E04, E05, E14 ed E15 non deve fare nulla: il rinnovo è automatico.

“A quanti hanno prenotato o prenoteranno una prestazione e sono in possesso dei requisiti di esenzione per cui è previsto un rinnovo verrà inviato un Sms come promemoria per regolarizzare la propria posizione prima della data dell’esame” comunica l’assessorato al Welfare. Accanto a questa, sono allo studio altre forme di comunicazione diretta. I centri di prenotazione delle Aziende socio sanitarie svolgeranno il medesimo compito informativo.

I cittadini in possesso dei requisiti per non pagare il ticket sanitario per motivi reddituali possono tranquillamente rinnovare il proprio beneficio, purché rimanga inalterato il diritto, anche dopo la scadenza effettiva del 30 settembre, ma devono farlo prima di accedere a una prestazione diagnostica o di acquistare farmaci con la ricetta nelle farmacie.  Il rinnovo dell’esenzione potrà essere fatto, muniti di documento di riconoscimento e della tessera sanitaria, presso gli sportelli di Scelta/Revoca della Azienda sanitaria di competenza, presso qualunque farmacia (limitatamente alle esenzioni E30 ed E40) oppure online, autenticandosi sul sito Fascicolo sanitario elettronico (Fse), nella sezione specifica delle esenzioni.

Maggiori informazioni potranno essere richieste al medico o al farmacista di fiducia, oppure essere rintracciate nella Ticket ed esenzioni del sito www.regione.lombardia.it.

A proposito del coinvolgimento delle farmacie, la presidente di Federfarma Lombardia Annarosa Racca (nella foto) osserva che “le farmacie lombarde collaborano attivamente con Regione Lombardia alla ricerca del miglior servizio per il cittadino. Per il cittadino rivolgersi alla farmacia sotto casa, al farmacista di fiducia, è diventato – come per altre attività sanitarie – un approccio ai servizi di Regione Lombardia semplice e pratico”

Il sindacato dei titolari lombardi, in una nota, ribadisce che le esenzioni dal ticket farmaceutico  E30 (patologie croniche) ed E40 (malattie rare) sono autocertificabili in farmacia già da molti anni (2015). Le altre esenzioni aggiunte a queste sono la E02, la E12 (disoccupazione) e la E13 (lavoratori in mobilità, cassa integrazione, contratti di solidarietà).

E riguardo a queste ultime, Federfarma Lombardia ricorda che sono da rinnovare di anno in anno “poiché autocertificano un reddito e quindi una condizione che può variare da un anno all’altro, e per questo la farmacia, grazie alla sua capillarità, i suoi orari estesi e alla vicinanza al cittadino, è il luogo ideale per il rinnovo di queste pratiche”.

Una preziosa “attività di sportello”  che concorre a rafforzare i servizi della farmacia, con un’ulteriore crescita del suo profilo di presidio sanitario di prossimità di primo riferimento per il cittadino.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi