Carcinoma mammario, via libera Ue della Ue a combinazione Roche

Carcinoma mammario, via libera Ue della Ue a combinazione Roche

Roma, 2 settembre – La Commissione europea ha approvato l’associazione Tecentriq (atezolizumab)- Abraxane (nab-paclitaxel) per alcune pazienti adulte con carcinoma mammario triplo negativo localmente avanzato non resecabile o metastatico. La decisione, secondo quando riporta Pharma Times,  rende disponibile in Europa il primo regime di immunoterapia per il carcinoma mammario triplo negativo,  destinato alle pazienti con tumori Pd-L1 positivi che non hanno ricevuto chemioterapia precedentemente.

L’approvazione dell’anticorpo monoclonale sviluppato da Roche si basa sui risultati dello studio di fase III IMpassion130, che dimostrano per la prima volta come l’utilizzo di una immunoterapia come atezolizumab in associazione alla chemioterapia possa generare un vantaggio terapeutico in termini di controllo della malattia e di sopravvivenza libera da progressione, oltre a ridurre significativamente il rischio di peggioramento o decesso.

Soddisfatta per la decisione della Ue la Roche, che con la sua chief medical officer Sandra Horning ha affermato che “negli ultimi 30 anni ci siamo dedicati a trasformare la vita delle persone con carcinoma mammario. Ora, siamo lieti che il primo trattamento immunoterapico per il carcinoma mammario triplo negativo sia disponibile per le pazienti europee“.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi