Cosenza, nei guai medico e tre farmacisti, l’accusa è vendita illegale di oppiodi e truffa

Cosenza, nei guai medico e tre farmacisti, l’accusa è vendita illegale di oppiodi e truffa

Roma, 5 settembre – Un medico di base e tre farmacisti sono stati interdetti per un anno dall’esercizio della professione dal Gip del Tribunale di Cosenza nell’ambito dell’operazione dei carabinieri, denominata “Ricettopoli”, che ha portato all’applicazione da parte dei carabinieri della misura degli arresti domiciliari a carico di nove persone.

Ne dà notizia oggi Il Quotidiano del Sud, riferendo che  le persone coinvolte nell’operazione sono accusate di avere gestito un circuito illegale di smercio di farmaci oppioidi a base di ossicodone, alimentato dalle innumerevoli prescrizioni da parte del medico di base e dalla compiacenza dei farmacisti.

Il sistema illegale, secondo quanto riferisce il quotidiano, andava avanti dal 2015 e avrebbe determinato, a detta di inquirenti e investigatori, una consistente truffa ai danni del Servizio sanitario nazionale. Ne corso di una conversazione captata durante le indagini, una farmacista implicata nell’affaire invoglierebbe una delle persone indagate a “ottenere ulteriori prescrizioni abusive, in modo da dispensare più confesioni di farmaco oppioide a base di ossicodone”, come si legge in un frame del  video dell’operazione dei Carabinieri della stazione di Cosenza che correda l’articolo.  Sarebbero ancora in corso, secondo quanto scrive Il Quotidiano del Sud, perquisizioni e sequestri in alcune farmacie di Cosenza.

I reati contestati alle 13 persone complessivamente coinvolte sono quelli di prescrizioni abusive, detenzione e cessione di sostanze stupefacenti, truffa aggravata ai danni del Servizio sanitario nazionale e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale. L’operazione è stata condotta dai carabinieri del Comando provinciale di Cosenza e del Gruppo Tutela della salute di Napoli. I dettagli saranno resi noti prossimamente nel corso di una conferenza stampa.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi