Aifa, equivalenti e biosimilari non sono nè saranno sotto monitoraggio

Aifa, equivalenti e biosimilari non sono nè saranno sotto monitoraggio

Roma, 9 settembre – Tenuto conto che l’autorizzazione all’immissione in commercio di equivalenti e biosimilari è conseguente all’utilizzo di lungo periodo dei farmaci originator, l’Aifa comunica che a oggi l’Ufficio Registri di Monitoraggio e la Commissione tecnico scientifica non hanno ravvisato la necessità di estendere l’eventuale monitoraggio alla scadenza del brevetto.

Pertanto, chiarisce l’agenzia regolatoria in una nota,  salvo diverse disposizioni stabilite a seguito della valutazione della Commissione tecnico Scientifica per casi specifici dei quali verrà data opportuna comunicazione sul portale (come avvenuto per i biosimilari a base di trastuzumab in associazione a Perjeta, vedi nota Aifa del 6 settembre scorso), i medicinali equivalenti e biosimilari non sono e non saranno sottoposti a monitoraggio.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi