Sanofi Genzyme, cambio al vertice: Cattani nuovo general manager

Sanofi Genzyme, cambio al vertice: Cattani nuovo general manager

Roma, 9 settembre –  Cambio al vertice per Sanofi Genzyme, la divisione di Sanofi in Italia specializzata in malattie rare, sclerosi multipla, oncologia e immunologia. Dal 1° settembre 2019 Marcello Cattani (nella foto) è il nuovo general manager, mentre Mauro Ninci è il nuovo responsabile dei Medical Affairs, assumendo anche contestualmente l’incarico di Country Medical Chair di tutta Sanofi Italia. Nei nuovi ruoli, Cattani e Ninci entrano a far parte del comitato direttivo di Sanofi in Italia, Cattani anche di quello europeo per quanto riguarda Sanofi Genzyme.

Cattani, 48 anni, nato a Milano, vive a Parma dove ha completato il percorso di studi conseguendo una laurea in Scienze Biologiche ad indirizzo biomolecolare cum laude e una specializzazione in Chimica e Tecnologia Alimentari. Vanta una carriera di più di 20 anni nelle aree marketing e commerciale del settore chimico-farmaceutico, in ruoli di crescente responsabilità a livello nazionale, europeo e internazionale.“

In Sanofi dal 2015, Cattani è professionalmente cresciuto in Bristol-Myers Squibb dove, dal 2008 al 2015, ha ricoperto diversi ruoli in ambito Medical, commerciale, strategico e di marketing in svariati ambiti specialistici, dall’immunologia al cardiovascolare e metabolico, all’oncologia e all’ematologia. Proprio nell’area dell’Onco-ematologia Cattani aveva assunto un ruolo europeo per poi tornare in Italia in un ruolo di leadership delle Commercial operations dell’azienda per il mercato italiano e brasiliano. Precedentemente ha lavorato in Procter & Gamble Pharma, con responsabilità crescenti nel business dell’osteoporosi.

Milanese di nascita, 57 anni,  Ninci è laureato in Medicina e Chirurgia con una specializzazione cum laude in farmacologia clinica. Negli ultimi tre anni è stato Medical Head di Sanofi Genzyme per l’Europa. Ninci ha iniziato la sua carriera nel settore farmaceutico nel 1991, prima in Recordati poi in Verigen, società acquisita nel 2005 dalla biotech americana Genzyme. Ha ricoperto diversi ruoli nella ricerca clinica, per poi passare alla direzione medica ricoprendo svariate funzioni (Farmacovigilanza, Regolatorio e Medical Affairs) in posizioni di crescente responsabilità.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi