Dopo un anno di progetto pilota, si inaugura oggi a Roma la prima ‘farmacia di strada’

Dopo un anno di progetto pilota, si inaugura oggi a Roma la prima ‘farmacia di strada’

Roma, 16 settembre – Si terrà questo pomeriggio alle 16, nella sede dell’Associazione Voreco (Volontari Regina Coeli) onlus a Roma (Via della Lungara, 141/a), l’inaugurazione della prima “Farmacia di strada” di Roma, il progetto nato dalla collaborazione di Medicina Solidale con Assogenerici, Banco Farmaceutico e Fofi per assicurare l’accesso alle medicine alle fasce deboli della popolazione della Capitale.

I medicinali verranno distribuiti all’interno di un percorso terapeutico avviato presso l’ambulatorio in Via della Lungara di Medicina Solidale.
Nel corso dell’inaugurazione sarà presentato un primo bilancio dei risultati del progetto pilota lanciato giusto un anno fa in occasione dell’Assemblea pubblica 2018 di Assogenerici,  nato appunto per contrastare il diffondersi di patologie legate alla povertà o al mancato accesso alle cure.
L’iniziativa nacque su impulso dell’Istituto di Medicina solidale Onlus (Imes), frutto della collaborazione con l’Università e il Policlinico di Roma Tor Vergata, che  gestisce nella capitale sei ambulatori dove 30 volontari medici specialisti, psicologi e infermieri garantiscono 15mila prestazioni mediche l’anno. In due di questi ambulatori (a Tor Bella Monaca, quartiere caratterizzato dal più alto indice di povertà nella Capitale, e a San Pietro sotto il colonnato del Bernini) è stato appunto sperimentato per un anno il modello pilota di “farmacia di strada”, ovvero “sportelli” di dispensazione dei farmaci, affidati a farmacisti, che funzioneranno indipendentemente ma in stretta connessione con gli ambulatori di strada: decisive, al riguardo, le collaborazionidi Banco Farmaceutico Onlus, che ha gestito la raccolta e la distribuzione dei farmaci donati da cittadini e aziende, tra cui quelle aderenti a Assogenerici (primo sostenitore dell’iniziativa)  e della Fofi, a garanzia della professionalità del servizio di distribuzione dei farmaci, assicurato da farmacisti iscritti all’Ordine secondo le prescrizioni mediche rilasciate dagli ambulatori solidali.

Si tratta, ora, di “istituzionalizzare” l’iniziativa, con l’inaugurazione della prima “farmacia di strada”. un esempio concreto di declinazione della parola solidarietà. Saranno presenti Lucia Ercoli, presidente di Medicina Solidale (nella foto), Enrique Häusermann, presidente di Assogenerici, Andrea Mandelli, presidente di Fofi, Sergio Daniotti, presidente del Banco Farmaceutico e padre Vittorio Trani, presidente di Voreco.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi