Roma, ancora un successo per la corsa solidale dei farmacisti

Roma, ancora un successo per la corsa solidale dei farmacisti

Roma, 7 ottobre – Pharma Run for Life, la manifestazione solidale non agonistica promossa dall’Ordine dei farmacisti della capitale con la collaborazione di Federfarma Roma, dimostra ancora una volta la sensibilità e disponibilità dei farmacisti romani al tema della solidarietà. Sono stati in 300 a rispondere “presente” e a radunarsi a Villa Pamphili, ieri, per la consueta corsa-passeggiata organizzata da Marcello Giuliani e Antonella Di Salvo (figlia del compianto Giustino, farmacista molto attivo nelle iniziative di aiuto ai bambini dell’Africa che ha ispirato l’iniziativa, intitolata alla sua memoria) con l’obiettivo di raccogliere fondi per  sostenere i progetti di salute della associazione onlus Afron.

Nel consueto clima partecipato e festoso, le farmaciste e i farmacisti romani affrontato (chi di corsa, chi al passo) i 5 km della Pharma Run, risultando alla fine tutti vincitori (ed è per questo che non faremo menzioni di chi ha tagliato per primo il traguardo). Alla manifestazione ha partecipato una delegazione dell’ambasciata ugandese, guidata dall’ambasciatrice Elizabeth Paula Napeyok, che ha voluto esprimere il suo apprezzamento e ringraziamento per le iniziative solidali poste in essere dai farmacisti romani in collaborazione con Afron Onlus. Iniziative che, quest’anno, si sostanzieranno anche in una campagna di screenig dedicat ai tumori femminili in Uganda, che sarà in parte finanziata anche con i proventi della corsa di ieri, circa 5000 euro tra iscrizioni e contributi degli sponsor (DOC Farmaceutici,  Pensa Pharma e Massigen). Non una grossissima somma, forse, ma come sempre  “molti pochi fanno un assai”, e si tratta comunque di una cifra che, per le attività di Afron in Uganda, costituisce un contributo importante.

Tra le iniziative di quest’anno, la presenza del camper rosa del Regina Elena per la prevenzione oncologica (che ha effettuato una ventina di consulenze)  e quella dell’autoemoteca Avis a disposizione dei donatori (sono state raccolte 14 sacche di sangue: anche in questo caso i farmacisti capitolini non hanno smentito la loro generosità).

Gli amanti degli animali hanno potuto fare la conoscenza di Noi&Loro, onlus attiva nell’adozione di cani e mici trovatelli. Il personale messo a disposizione dall’Associazione nazionale Carabinieri ha garantito, come sempre, lo svolgimento sereno e sicuro della bella manifestazione. A comprovare la loro efficienza e  l’efficacia del loro contributo gli interventi sanitari immediatamente prestati (con il supporto dei medici presenti nell’autoemoteca Avis) a due  frequentatori del parco che hanno “incrociato” la Pharma Run e che sono stati vittima di un malore. Anche se non direttamente partecipanti alla manifestazione, i due stati immediatamente assistiti al meglio, scongiurando problemi più gravi (anche se per uno dei due, un ciclista, è stato necessario per cautela chiamare un’ambulanza. Un piccolo fuori programma interpretabile come un segno nautra di Pharma Run for Life,  riuscita quest’anno a rendersi utile anche a due persone estranee alla manifestazione: quasi un imprimatura alla vocazione solidale che è anche una conferma e un viatico per l e future edizioni.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi