WBA, risultati in linea con le previsioni per l’anno fiscale 2019

WBA, risultati in linea con le previsioni per l’anno fiscale 2019

Roma, 29 ottobre – Vendite arrivate a quasi 137 miliardi di dollari, in crescita del +4,1% rispetto all’esercizio precedente, con un risultato operativo (5 mld di dollari) e un utile per azione in flessione, – 20,5% il primo e – 14,6% il secondo.

Queste, così come riportate da un comunicato stampa ufficiale dell’azienda,  le principali evidenze dell’anno fiscale 2019 di Walgreens Boots Alliance, il gigante mondiale della distribuzione farmaceutica. Si tratta di risultati in linea con le previsioni, , afferma WBA, che sottolinea come la società stia avanzando “sulle priorità strategiche per generare crescita nel lungo termine”.
Il comunicato riposta anche i dati che sintetizzano l’andamento del quarto trimestre 2019 rispetto al precedente: vendite cresciute dell’1,5% (a 34 miliardi di dollari, + 2,6% a tassi di cambio costanti), risultato operativo diminuito del 37% (a 878 milioni di dollari), risultato operativo rettificato diminuito dell’11,9% (a 1,6 miliardi), utile per azione diminuito del 51,4% (a 0,75 dollari), utile per azione rettificato diminuito del 3,7% (a 1,43 dollari, meno 2,9% a tassi di cambio costanti)

La società informa anche di aver innalzato, nel programma trasformazionale di gestione dei costi, gli obiettivi di risparmio di costi annuali da oltre 1,5 miliardi di dollari a oltre 1,8 miliardi di dollari entro l’anno fiscale 2022. Inoltre, per l’anno fiscale 2020 fa una previsione di crescita dell’utile per azione rettificato sostanzialmente piatta, a tassi di cambio costanti.

“Siamo lieti di annunciare risultati per l’anno fiscale 2019 in linea con le previsioni comunicate in precedenza, nonostante un contesto difficile per le nostre operazioni”  commenta  Stefano Pessina (nella foto), executive vice chairman e Ceo di Wba. “Stiamo anche avanzando rispetto alle nostre quattro priorità strategiche, che siamo convinti ci stiano posizionando al meglio per generare crescita nel lungo periodo. Sebbene stiamo ancora affrontando fattori sfavorevoli, è incoraggiante il miglioramento nella performance di vendita comparabile negli Stati Uniti nel secondo semestre dell’anno fiscale 2019, così come i passi avanti compiuti nella gestione dei costi, finalizzati a generare risparmi da investire per la crescita. Per l’anno fiscale 2020, la previsione per l’utile per azione rettificato è sostanzialmente in linea con l’anno fiscale 2019, a tassi di cambio costanti – certamente in linea con le nostre aspettative“.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi