Federfarma Ascoli, seminario per “imparare” la farmacia dei servizi

Federfarma Ascoli, seminario per “imparare” la farmacia dei servizi

Roma, 5 novembre – Un seminario di formazione e approfondimento su un tema attualissimo e forse – nonostante il gran parlare che se ne fa – meno conosciuto di quanto comunemente si pensi: la farmacia dei servizi. A organizzarlo per i suoi associati è Federfarma Ascoli, che giovedi 7 novembre nelle sale dell’Hotel Calabresi di San Benedetto del Tronto, dalle ore 20.00, proporrà il percorso  di formazione,  affidato a docenti di caratura nazionale.  L’evento è accreditato ai fini Ecm e prevede dunque il rilascio di crediti validi per la copertura degli obblighi di aggiornamento professionale.

“Ogni farmacista è ormai pienamente consapevole di essere di fronte a una nuova fase di radicale trasformazione del sistema delle farmacie italiane” spiega il presidente di Federfarma Ascoli Pasquale D’Avella (nella foto). “Fattori quali competitività, professionalità, specializzazione sono elementi sostanziali nella politica gestionale della farmacia: è quindi necessario che ci si aggiorni e che si adeguino le personali competenze e la propria professionalità”.

Obiettivo che, appunto, il seminario ascolano si propone di raggiungere, proponendo e approfondendo i nuovi paradigmi professionali, organizzativi e gestionali della “farmacia dei servizi”, attraverso il cui utilizzo passa la crescita di valore aggiunto delle farmacie di comunità in un futuro che si fa sempre più prossimo.

Il corso, spiega una nota diffusa dl sindacato dei titolari di farmacia ascolani,  “è finalizzato a  spiegare, illustrare e far apprendere strumenti e nuovi metodi di analisi e di lavoro che si rendono indispensabili per affrontare il settore ma nel contempo illustrare un metodo di analisi dello stato di salute della farmacia, utilizzabile anche in chiave prospettica sulla fattibilità e sulle conseguenze di determinate scelte strategiche, per un’approfondita riesamina dei principali indicatori della buona gestione della farmacia”.

“Obiettivo del percorso di formazione” conclude la nota  “è riaffermare che la professione di farmacista richiede competenze non più solo tecnico-professionali, ma anche la comprensione dei numeri espressi dalla gestione della farmacia, la conoscenza e le potenzialità del bacino d’utenza, una corretta politica sul punto vendita.

Per ulteriori informazioni, il riferimento è la segreteria di Federfarma Ascoli, al numero 0736 348913

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi