Aifa, vitamina D e Nota 96: informazioni per i medici e “dieci cose da sapere” per tutti

Aifa, vitamina D e Nota 96: informazioni per i medici e “dieci cose da sapere” per tutti

Roma, 12 novembre – Dopo la recente delibera che ha istituito la Nota 96,  con la revisione delle condizioni per la prescrizione a carico del Ssn  dei farmaci a base di vitamina D classificati in fascia A  (colecalciferolo, colecalciferolo/sali di calcio e calcifediolo), l’Aifa torna sull’argomento, dal quale erano scaturite alcune criticità per Mmg e farmacie, entrambi inizialmente “spiazzati” dalle nuove disposizioni che riservano l’impiego delle specialità appena citate esclusivamente per la prevenzione e il trattamento della carenza di Vitamina D nella popolazione adulta (>18 anni).

L’agenzia, in una nota pubblicata ieri, conferma quanto, anche a seguito di una successiva integrazione, risulta ormai chiaro: le indicazioni ai medici per la prescrizione dei farmaci a base di vitamina D riportate nella Nota Aifa 96  “sono da applicare… limitatamente all’indicazione relativa a  prevenzione e trattamento della carenza di vitamina D nella popolazione adulta. Restano, invece, invariate, le condizioni di prescrizione e rimborsabilità nella popolazione pediatrica.

Per fornire ai medici gli elementi di contesto utili a inquadrare e ad applicare il provvedimento, Aifa ha anche realizzato un’apposita scheda per l’operatore sanitario, dove sono riportate (in aggiunta ai riferimenti  per una corretta applicazione della Nota 96) anche informazioni circa le indicazioni terapeutiche dei farmaci contenenti vitamina D,  i principi attivi più frequentemente prescritti, le condizioni che prevedono il dosaggio, nonché l’intervallo di valori desiderabile. Il documento sintetizza, inoltre, le evidenze scientifiche provenienti dai più recenti studi e i dati di letteratura sulla sicurezza della supplementazione della vitamina D.

Ma, oltre che ai professionisti sanitari, l’Agenzia ha ritenuto opportuno fornire informazioni anche ai cittadini, per un uso più appropriato e consapevole dei farmaci a base di vitamina D, spiegando il ruolo che essa svolge nell’organismo, l’importanza di soddisfare il fabbisogno naturale tramite l’esposizione solare,  i segnali che possono indurre il medico a verificare una possibile carenza.

Le informazioni sono disponibili nella scheda per il cittadino e nella pagina Domande e risposte del portale Aifa.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn