Campania, firmata la delibera per la sperimentazione dei nuovi servizi in farmacia

Campania, firmata la delibera per la sperimentazione dei nuovi servizi in farmacia

Roma, 21 novembre – Dopo la Puglia, semaforo verde anche in Campania per i nuovi servizi nelle farmacie: il presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca, nella sua qualità di commissario ad acta della sanità regionale, ha infatti firmato la delibera numero 92, che dispone appunto  il recepimento dell’accordo Governo-Regioni concernente le “Linee d’indirizzo per la sperimentazione dei nuovi servizi nella farmacia di comunità”.

Come è noto, i servizi delle farmacie ammessi alla sperimentazione sono di tre tipi: il primo è quello dei servizi cognitivi, che comprendono la riconciliazione della terapia farmacologica e il monitoraggio dell’aderenza terapeutica (limitatamente a tre patologie: Bpco, ipertensione e diabete). Il secondo sono i servizi di front office, concentrati sul Fascicolo sanitario elettronico (attivazione, arricchimento e consultazione). L’ultimo, infine, è quello delle analisi di prima istanza, con in primo piano i servizi di telemedicina (holter pressorio e cardiaco, ecg, autospirometria) e gli screening per il tumore al colon retto.

Le Linee di indirizzo entrano anche nei dettagli operativi, illustrando i criteri cui dovranno attenersi le farmacie che (su base volontaria) deciderano di partecipare alla sperimentazione, che comprendono anche gli “obblighi” formativi che dovranno essere assolti.

“Si tratta di un primo passo verso la farmacia del futuro in grado di soddisfare le più ampie esigenze del cittadino in tema di accesso alla salute” spiega in una nota Nicola Stabile (nella foto), presidente di Federfarma Campania. “Ed anche un nuovo modo di interpretare la professione del farmacista. È un risultato importante ottenuto grazie alla collaborazione delle organizzazioni di settore tra cui tra cui Fofi, Assofarm, Utifar, Fimmg, Fonmceo e Cittadinanzattiva che insieme a Federfarma hanno partecipato in maniera costruttiva alla stesura del progetto”.

Dopo un plauso al governatore De Luca, “che ha saputo immediatamente cogliere un’opportunità che porterà a ridurre i costi sostenuti dal Servizio sanitario regionale della Campania, diminuire i ricoveri ospedalieri, semplificare la vita dei cittadini e di ottimizzare la spesa farmaceutica attraverso l’uso corretto dei farmaci e il monitoraggio dell’aderenza alla terapia” e un rigraziamento a Enrico Coscioni, consigliere del presidente della Regione per la sanità, e a Ugo Trama, dirigente del settore politica del farmaco della Campania, Stabile sottolinea come “il varo delle Linee guida apra la strada alla concreta attuazione della farmacia dei servizi”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn