Buone notizie per Lazio e Campania, finisce il commissariamento della sanità

Buone notizie per Lazio e Campania, finisce il commissariamento della sanità

Roma, 29 novembre -“Attendiamo, a breve, un  decreto del Consiglio dei ministri per sancire l’uscita dal  commissariamento anche a seguito dell’eccellente svolgimento del  tavolo che si è appena concluso, questa volta, devo dire, con la soddisfazione di tutti”.

Questo l’auspicio espresso da  Nicola Zingaretti (nella foto), presidente della giunta regionale e commissario ad acta per la sanità, al termine del tavolo tecnico sulla sanità del Lazio tenutosi due giorni fa al Mef. Un tavolo che, secondo il “governatore” laziale, “si è concluso in maniera eccellente, valutando e confermando un utile dei conti della sanità per  il 2018 di oltre 6 milioni, e  per il 2019 di un tendenziale che andrà  oltre i 50 milioni di euro. Lo ripeto, è un risultato veramente  positivo”.

E non l’unico, secondo Zingaretti, che ha anche voluto sottolineare i progressi della sanità della sua Regione anche sul terreno delle qualità: “Per quanto riguarda la qualità delle cure, con il ministero affiancante della Salute, si è potuto certificare un aumento dei punteggi Lea di addirittura 10 punti che collocano il Lazio tra i 180 e i 190 punti” ha detto il presidente.  “L’insieme di queste condizioni ha permesso lo sblocco di risorse finanziarie di oltre 300 milioni di euro di piena liquidità. Ringrazio il tavolo e tutti coloro che dal giorno dell’inizio del commissariamento hanno  seguito le vicende della sanità, sia qui sia nella direzione e nella vita dell’amministrazione regionale del Lazio”.

Buone notizie anche per la Campania, che – dopo quello della Conferenza delle Regioni, ha incassato anch’essa il via libera della Stato-Regioni per l’uscita dal commissariamento della sanità, dopoben 12 anni di regime straordinario. Anche in questo caso il boccino passerà ora nelle mani del Governo,  che dovrà ratificare il ripristino della gestione ordinaria. Cosa che – auspica il soddisfattissimo presidente della Regione (nonchè commissario ad acata per il piano di rientro) Vincenzo De Luca – potrebbe già verificarsi nella prossima riunione del Consiglio dei ministri.

“Abbiamo fatto un lavoro straordinario di risanamento finanziario e di avanzamento dei livelli essenziali di assistenza e raggiunto un obiettivo di immenso valore” ha affermato il presidente campano. “La caratteristica fondamentale di questo lavoro è stata risanare i bilanci delle Asl senza tagliare ma anzi accrescendo i livelli essenziali di assistenza. Si è trattato di un lavoro enorme che conferma che la Regione Campania si propone come un modello di un altro Sud, fatto di concretezza, rigore spartano, capacità amministrativa e trasparenza”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn