Obbligo di servizio di farmacia in strutture di cura private, Campania approva una mozione

Obbligo di servizio di farmacia in strutture di cura private, Campania approva una mozione

Roma, 29 novembre – Modificare la norma di accreditamento delle strutture di ricovero e cura “prevedendo l’obbligatorietà del servizio di farmacia e una dotazione di farmacisti commisurata ai volumi prestazionali” anche in quelle non pubbliche e costituire un tavolo tecnico con la funzione di realizzare “procedure omogenee su tutto il territorio regionale, tali da individuare nei compiti e negli obiettivi prioritari dei farmacisti di ospedali e cliniche private l’appropriatezza e la sicurezza dell’impiego di medicinali e dispositivi medici”.

Questi i due impegni affidati al presdeinte della giunta regionale  e commissario ad acta per la sanità della Campania Vincenzo De Luca, da una mozione approvata ieri all’unanimità dal Consiglio regionale della Regione Campania (qui il testo).

Presentata lo scorso 16 settembre dai consiglieri di Forza Italia Flora Beneduce (nella foto) ed Ermanno Russo, la mozione è volta a rendere obbligatorio il servizio di farmacia anche in tutte le strutture di ricovero e cura private, modificando la deliberazione di giunta del 2001 (n.7301) che disciplina l’accreditamento in Campania.

In buona sostanza, l’obiettivo è quello di omologare le stretture private a quelle pubbliche, dove il servizio di farmacia è già obbligatorio.  Si tratta di oltre 5o realtà sanitarie,

In Campania sono accreditate oltre 50 case di cura, con una dotazione minima di almeno 60 posti letto, che arrivano anche a 250. Si tratta di “un’utenza che merita la stessa garanzia di qualità del servizio prevista per il pubblico. In gioco cìè la salute dei cittadini” spiegano in una nota Beneduce e Russo,  ribadendo la necessità di “un tavolo tecnico che si adoperi sin da subito per rendere omogenee su tutto il territorio regionale l’erogazione di farmaci nelle strutture deputate alla cura, siano esse pubbliche o meno”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn