Giornata contro l’Aids, il ministero tinge di rosso il Colosseo

Giornata contro l’Aids, il ministero tinge di rosso il Colosseo

Roma, 2 dicembre – Spettacolo suggestivo, ieri, nel cuore della  Roma antica:  in occasione della Giornata mondiale contro l’Aids,  che si celebra appunto il 1° dicembre,  il Colosseo si è  illuminato di rosso, colore simbolo della lotta contro l’Aids.

A dare il via all’evento il Ministro della Salute, Roberto Speranza, con l’accensione dei fari che al cadere del buio, nel tardo pomeriggio, hanno  illumineranno la facciata del monumento che dà su via dei Fori Imperiali, con la proiezione del logo “STOP AIDS” (nella foto).

A supporto dell’iniziativa (alla quale hanno preso parte componenti del Comitato tecnico sanitario del ministero della Salute e rappresentanti delle associazioni di volontariato più rappresentative operanti nel settore) è stato allestito un info-point presidiato dal personale dello stesso ministero per la distribuzione di materiali informativi. Anche l’home page del portale internet del Ministero della Salute si tinge di rosso per tre giorni.

Ma le iniziative di sensibilizzazione e informazione contro il rischio di infezione da Hiv (rischio contro il quale, questo il messaggio, non bisogna assolutamente abbassare la guardia) non si fermano qui: nella giornata di oggi la video blogger Sofia Viscardi, già testimonial della campagna estiva del ministero, entrerà nel loft di X Factor per dialogare sul tema con i concorrenti, contando sul grande impatto del programma, uno dei più seguiti dal pubblico dei giovani.   Sempre da ieri, è in rotazione sui canali social di X Factor una clip con i concorrenti del programma, che “verificano” le loro conoscenze sull’Aids.

A supporto di tutte le iniziative è poi prevista un’attività sui social, secondo un piano editoriale articolato che, partendo dalla promozione della European Testing Week 22-29 novembre, rilancia la parnership con Xfactor. L’evento al Colosseo è raccontato sui profili Twitter e Instragram e trasmesso in diretta sulla pagina Facebook del Ministero.

Lo sforzo di comunicazione è completato da uno spot radiofonico di 30 secondi, sempre rivolto in prevalenza al pubblico dei giovani,  trasmesso in rotazione dalle principali emittentinazionali (RTL 102,5 – RDS – Radio Deejay – Radio Italia solo musica italiana – Radio 105). Ieri è stato anche attivato dalle 10 alle 18  il Telefono verde Aids e Infezioni sessualmente trasmesse 800 861061, che ha offerto un servizio di counselling assicurato dall’Unità operativa Ricerca psico-socio-comportamentale, Comunicazione e Formazione del Dipartimento Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità.
Gli esperti risponderanno anche sul web al contatto Skype uniticontrolaids e all’indirizzo e-mail dedicato esclusivamente alle persone sorde (tvalis@iss.it).

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn