Spoil system anche in Agenas, Speranza fa decadere Bevere

Spoil system anche in Agenas, Speranza fa decadere Bevere

Roma, 11 dicembre – Dopo le  polemiche dei giorni scorsi sullo spoil system, scaturite  dall’intenzione del ministro della Salute Roberto Speranza di  rimuovere il direttore generale dell’Agenas Francesco Bevere, il manager avrebbe ricevuto la lettera del ministero in cui si  comunica la sua decadenza da direttore generale dell’Agenzia per i  servizi sanitari regionali.

A riferirlo è l’agenzia  Adnkronos Salute, secondo la quale nella nota ricevuta da Bevere (già dipendente del ministero della Salute), sarebbe contenuta anche la richiesta di mettersi a disposizione del direttore del personale  del dicastero di Lungotevere Ripa.

Sulla possibilità di applicare lo spoil system – già attuato per  l’Agenzia italiana del farmaco – anche all’Agenas, Speranza  aveva chiesto un parere al Consiglio di Stato. “Emerge, in definitiva, la differente posizione del direttore generale di Agenas rispetto a  tutte quelle figure cui fisiologicamente deve applicarsi il meccanismo dello spoil system – si legge nel testo parere – con conseguente  dubbio di compatibilità della norma tuttora in vigore con gli art. 95, 96, 97, 98 Cost.”.

Il nodo appare legato alle nomine effettuate dal  ministro d’intesa con le Regioni, che già, almeno in parte, si sono  espresse a favore della conferma del dg uscente. Differenza di posizioni che non mancherà di  scatenare reazioni alla mossa del ministro. Dalla quale, intanto, ha preso le distanza il vicemisnistro della Salute Pierpaolo Sileri: “Personalmente non avrei fatto questa scelta; auspico che ci sia ora dialogo e che la nuova nomina venga fatta con criteri chiari e che venga selezionata la figura migliore. Anche se, conoscendo Bevere, faccio fatica a pensare a un’altra persona” ha infatti dichiarato l’esponente M5s sempre all’agenzia Adn Kronos.

Intanto, per “assicurare la gestione” dell’Agenas nel dopo Bevere, “si applica la disposizione prevista dallo Statuto  dell’Agenzia”, precisa la lettera inviata ieri dal ministero della  Salute. “Il direttore generale individua un dirigente che lo sostituisca in caso di assenza o impedimento temporaneo; nel caso in  cui non sia stato individuato nessun dirigente, sarà nominato come sostituto il dirigente più anziano in servizio”.

Per  l’Agenzia si prospetta dunque un interim, in attesa di nuove nomine.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi