I messaggi augurali del settore del farmaco al nuovo DG dell’Aifa

I messaggi augurali del settore del farmaco al nuovo DG dell’Aifa

Roma, 16 gennaio – Immediati i messaggi di benvenuto e di auguri arrivati dalla filiera del farmaco a Nicola Magrini, nominato dal ministro della Salute Roberto Speranza nuovo direttore generale dell’Aifa, con il parere positivo delle Regioni.

Tra i più solleciti quello di Andrea Mandelli, presidente della Fofi, che in una nota si felicita con  Magrini per la sua nomina. “La sua lunga esperienza in ambito nazionale e internazionale sarà preziosa per proseguire e sviluppare l’attività dell’Agenzia, che è chiamata ad affrontare la spinta sempre più forte dell’innovazione farmacologica e la sfida costante della sostenibilità delle cure” scrive il presidente della federazione. “I farmacisti italiani gli offrono fin d’ora la massima collaborazione e gli fanno i migliori auguri di buon lavoro”

Auguri che arrivano anche da Marco Cossolo, presidente di Federfarma, che esprime la certezza che il nuovo DG  “con la sua grande esperienza potrà contribuire efficacemente  ad affrontare i gravosi impegni in capo alla Agenzia, anche in relazione all’attuazione del Patto della salute e in particolare alla governance dei farmaci. Le farmacie” conclude il presidente dei titolari di farmacia “sono disponibili a collaborare per continuare a garantire una distribuzione efficiente sul territorio e per implementare il monitoraggio dell’aderenza alle terapie,  procedura che agevola un più razionale uso delle risorse destinate al farmaco, con ricadute positive sulla salute dei cittadini”.

Lieto della nomina di Magrini si dice anche il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, anch’egli certo che  il nuovo DG, “grazie alla sua prestigiosa esperienza professionale, potrà affrontare con rinnovata determinazione le numerose attività dell’Agenzia per l’accesso alle terapie, la sostenibilità della Sanità e la valorizzazione del sistema industriale del Paese”.
“Le imprese del farmaco  continueranno da parte loro a impegnarsi, a investire nel Paese in ricerca, innovazione e produzione, a offrire sempre nuove risposte terapeutiche e a contribuire alla crescita dell’economia e dell’occupazione” afferma ancora Scaccabarozzi, assicurando che le industrie, in questa logica, “sono disponibili per la definizione, nel rispetto dei ruoli, di una nuova governance che possa garantire l’equilibro tra sostenibilità e innovazione”.
“Sono anche sicuro che il neo direttore proseguirà il dialogo costruttivo positivamente avviato con l’industria farmaceutica” conclude il presidente di Farmindustria. “Più che mai ora, in un mondo in veloce evoluzione, è infatti importante un’azione sinergica di Istituzioni, imprese, pazienti, medici e tutti gli altri attori della salute. A Magrini un sincero augurio di buon lavoro”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn