Matera, i giovani dell’Agifar a scuola per “insegnare” il buon uso dei farmaci

Matera, i giovani dell’Agifar a scuola per “insegnare” il buon uso dei farmaci

Roma, 16 gennaio – Continua a dare frutti la “vocazione didattica” di Agifar Matera, che – sostenuta dall’Ordine provinciale dei Farmacisti presieduto da Lino Imperatore (nella foto) –  ha tenuto il 14 gennaio scorso una “lezione di salute” agli studenti del primo biennio dell’istituto di istruzione superiore Isabella Morra della città lucana,  lezione che sarà riproposta a strettissimo giro, già domani, ai ragazzi del triennio.

Tema dell’incontro –  inserito nel quadro di iniziative dei giovani farmacisti materani  finalizzate ad aumentare la consapevolezza delle generazioni più giovani in materia di salute e prevenzione, consolidando al contempo l’immagine di professionista di salute del farmacista – sono stati i farmaci, e segnatamente la loro assunzione appropriata e consapevole, con l’illustrazione di tutti i rischi connessi al loro impiego improprio.

In una situazione dialogica e coinvolgente,  le giovani farmaciste Adriana Sacco e Anna Di Cuia  hanno illustrato l’ampio argomento, passando attraverso snodi importanti come quello (piuttosto trascurato) dell’interazione tra farmaci e alimenti e quello, ormai diventato un vero e proprio allarme sanitario globale, dell’antibiotico-resistenza.
La “lezione” ha consentito di fornire anche alcune “dritte” per evitare di cadere vittime delle molte fake news in materia di salute in cui i ragazzi più giovani, assidui frequentatori del web, finiscono inevitabilmente per imbattersi. La grande partecipazione e l’attenzione assicurata dagli studenti dell'”Isabella Morra” è stata la riprova del grande interesse che i ragazzi nutrono per i temi della salute,  interesse che merita risposte adeguate, sicure e certificate che non sempre le isituzioni riescono a garantire e che – invece –  dovrebbero essere in grado di fornire sempre e nel miglior modo possibile, anche per evitare che esse vadano poi cercate nel “passaparola” e nell’infido mare magnum del web, dove – soprattutto in materia di sanità – le informazioni false, depistanti e interessate sono all’ordine del giorno e potenzialmente in grado di produrre non solo credenze ma anche comportamenti molto pericolose.

Un’iniziativa utile e opportuna, dunque, quella di Agifar Matera, fermamente intenzionati a continuare la lro attività educativa-informativa in ogni contesto, anche quelli che non prevedono di indossare camice e caduceo. Perchè, come concludono i giovani dei Agifar Matera in  una nota “farmacisti, in missione, lo siamo sempre, come tutti i nostri colleghi”. 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi